Città criminali: le bestie di Satana

In onda venerdì 11 settembre alle ore 23 su Discovery Real Time (Sky, canale 118)
1' di lettura

Un gruppo di giovani violenti con la passione della musica metal, l'occultismo e l'adorazione per Satana. Sullo sfondo una serie di omicidi sanguinari mai visti prima. In onda venerdì 11 settembre alle ore 23 su Discovery Real Time (Sky, canale 118)

In onda venerdì 11 settembre alle ore 23 su Discovery Real Time (Sky, canale 118)

Vinicio Marchionni, il misterioso “freddo” della serie tv Romanzo Criminale, ci racconta le Città criminali. Il nuovo episodio è dedicato alla Bestie di Satana, il gruppo di giovani satanisti della provincia di Varese che si sono macchiati di numerosi omicidi, induzioni al suicidio e occultamento di cadavere. Le "bestie" si ispiravano al cosiddetto "satanismo acido" facendo sfoggio di simboli esoterici, croci rovesciate e rappresentazioni del 666, il numero della bestia nell’ Apocalisse.

La provincia di Varese e la provincia di Milano fanno da sfondo ai macabri omicidi di questo gruppo di adolescenti. Il clima di esaltazione dovuto alle droghe faceva sì che le pratiche degli aderenti alla setta fossero delle “prove di coraggio”: i riti di affiliazione si svolgevano tramite assurde prove e veri e propri patti di sangue, una volta compiuti i quali, si sarebbe potuto uscire dalla setta soltanto da morti.

Gli altri appuntamenti della serie:

GIOVANNI BRUSCA (18 settembre): uomo di mafia di toto’ Riina, implicato nella strage di Capaci (Palermo);

FELICE MANIERO (25 settembre): il capo della Mala del Brenta autore di rapine avvenute a Venezia negli anni ’80;

IL CLAN DEI CASALESI (2 ottobre): Francesco Schiavone, detto Sandokan, e il cartello camorristico più pericoloso degli utlimi anni nella provincia di Caserta;

MILENA QUAGLINI (9 ottobre): la “giustiziera” della provincia di Pavia che si è macchiata dell'omicidio degli uomini che l'hanno maltrattata;

MAURIZIO MINGHELLA (16 ottobre): il “mostro di Torino” uno dei più feroci e crudeli assassini italiani.


Leggi tutto
Prossimo articolo