Influenza A: Fazio, la malattia è più leggera

1' di lettura

Lo ha detto il viceministro alla Salute al termine della riunione dell'Unità di crisi sulla nuova influenza. 7.000 i casi di nuova influenza A/H1N1 in Italia rispetto ai 5.600 della settimana scorsa. L'aumento è stato significativo ma non esponenziale

La nuova influenza "è più leggera del previsto. In tutto il mondo e anche in Italia". Lo ha detto il viceministro della Salute, Ferruccio Fazio, al termine della riunione dell'unità di crisi sul virus dell'influenza A, alla quale hanno partecipato anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti, e il ministro dell'Istruzione, Maria Stella Gelmini.

Fazio ha sottolineato che la pandemia sta procedendo in modo tranquillo e che "dai 5.600 casi della scorsa settimana si è passati ai 7.000 nel Paese, ma questo non vuol dire che siamo davanti ad un aumento esponenziale. Noi dell'unità di crisi, insieme a tutti gli altri esperti, abbiamo l'impressione che si stia facendo troppo rumore. Non ci sono reali motivi di preoccupazione. La malattia - ha aggiunto Fazio – è leggera. Il decesso di Napoli riguardava un paziente compromesso per altri motivi. Entro la settimana - ha detto ancora Fazio - ci sarà l'ordinanza per le vaccinazioni. In linea generale invitiamo le regioni a scoraggiare l'accesso ai pronto soccorso, incentivando invece il consulto telefonico per le cure iniziali".

Per quanto riguarda le donne in stato di gravidanza, Fazio ha detto: "è verosimile che si sconsigli la vaccinazione nel primo trimestre, mentre è possibile che in casi particolari, a fronte del consenso informato venga raccomandata. Le stesse precauzioni ci saranno per i portatori di rischio sotto i 18 anni. La vaccinazione stagionale avverrà regolarmente dal primo ottobre per gli ultrasessantacinquenni che non faranno però quella pandemica, visto che solo una piccola percentuale di loro la può sviluppare. La prossima settimana verranno comunicate le strategie per le vaccinazioni".

Leggi anche:
Influenza A: è psicosi da "ultimo bacio"

L'OMS rassicura: il virus non sta mutando
Influenza A, antivirali tra business e bugie
Influenza A, il vaccino sarà davvero efficace?
Se l'influenza A diventa un business

Leggi tutto