Battipaglia, "o lavoriamo o ci diamo fuoco"

1' di lettura

Cinque operai dell'Alcatel della città in provincia di Salerno si sono barricati nella fabbrica e minacciano di bruciare gli impianti e suicidarsi. Intervento diretto del ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio Scajola

Cinque operai dell'Alcatel Lucent si sono barricati all'interno del loro stabilimento di Battipaglia nel Salernitano. I lavoratori minacciano di dare fuoco all'azienda e a sé stessi. Da mesi ci sono tensioni per la paventata chiusura dello stabilimento che rischia di mandare a casa circa 400 operai. I carabinieri di Battipaglia stanno mediando con i manifestanti per evitare che la protesta sfoci in tragedia. Le proteste vanno avanti dalla primavera scorsa. Oggi la protesta più clamorosa. Il ministro Scajola ha promesso un suo intervento nelle trattative sindacali con l'azienda.

Leggi anche:
La protesta della Innse di Milano
Cim, operai su una torre per dire no ai licenziamenti
Vigilantes 'occupano' il Colosseo per difendere il posto di lavoro
Melfi, sette operai occupano il tetto della Lasme
Napoli, operai licenziati 'occupano' il Maschio Angioino

Leggi tutto
Prossimo articolo