Roma, due bombe-carta nella Gay Street

1' di lettura

Ennesimo atto di intimidazione nei confronti della comunità omossessuale romana. Gli aggressori avevano teste rasate, tanta paura ma nessun ferito. Stasera un corteo di protesta

Due bombe carta sono state lanciate a Roma poco prima della mezzanotte di ieri, in via San Giovanni in Laterano nella cosiddetta "Gay street". Una persona è rimasta ferita dall'attacco, riportando lesioni ad un orecchio, a causa delle schegge. Gli ordigni sembrano essere stati lanciati in due momenti diversi a poca distanza fra loro, da una moto e da alcune persone con il capo rasato.

L'azione ha ovviamente scatenato il panico totale nella via ma soprattutto ha fatto aumentare la preoccupazione nella comunità omosessuale romana: ''E' in atto una vera e propria aggressione di stampo politico - ha denunciato Franco Grillini, presidente di Gaynet - verso la comunità lgbt italiana, ad opera di fanatici e di gruppi neonazisti che si sentono più o meno legittimati dalla vittoria della destra alle ultime elezioni politiche. E aggiunge: "L'atto di stasera si configura addirittura come un gesto terroristico contro la comunità lgbt nel luogo della sua visibilità''. L'attentato di ieri arriva dopo una serie di aggressioni avvenute nelle ultime settimane: l'aggressione e le coltellate di Svastichella per un bacio omosessuale e l'attentato incendiario al locale Muccassassina . L'Arcigay Roma ha annunciato che questa sera alle 22 si terrà una manifestazione di protesta nella 'gay street' contro quanto accaduto.

GUARDA IL SERVIZIO



Leggi anche :
Parla Dino, il gay accoltellato: "Ho Paura"
Alemanno, a Rimini, ritorna sul caso aggressione al Gay Village
Gay Village, arrestato l'aggressore
Gay Village,scontri tra Procura e Campidoglio
Gay: su Facebook mobilitazione contro la violenza
Aggressione gay, la risposta della rete


Leggi tutto