Reggio Emilia, una strage incomprensibile

1' di lettura

Massacro nella città emiliana. Un disoccupato ha ucciso nel sonno moglie e figlii, ha ferito un'amica che li ospitava e poi ha cercato di togliersi la vita

Strage familiare a Sabbione, frazione di Reggio Emilia, dove la scorsa notte un 47enne disoccupato ha sterminato la sua famiglia. Utilizzando una mazzetta da muratori ed un coltello del tipo di quelli per disossare i prosciutti, l'uomo ha ucciso la moglie 45enne ed il figlio 19enne, quindi ha colpito l'altro figlio di 4 anni, che è morto in serata, e la 79enne proprietaria di casa ed amica di famiglia che li ospitava. Dopo la strage si è imbottito di barbiturici ed alcool chiamando il 113 e riferendo di aver sterminato la propria famiglia. L'uomo attualmente è in coma.

Leggi tutto
Prossimo articolo