Osservatorio Abruzzo, a Onna tutto fermo

1' di lettura

Gli abitanti della cittadina più colpita dal terremoto, 41 vittime, denunciano: "Qui la ricostruzione è ferma perché si aspetta il G8, il governo vuole fare vedere ai grandi della terra le macerie e quindi non inizia a ricostruire" (Puntata del 19 giugno)

A quasi tre mesi, dal sei aprile, gli abitanti di Onna - diventata con i suoi 41 morti il simbolo del terremoto - chiedono un impegno maggiore a Governo e Protezione Civile. Gli edifici continuano ad essere pericolanti, le macerie non vengono rimosse e a complicare la situazione c'è anche la burocrazia. Gli abitanti denunciano: "Qui la ricostruzione è ferma perché si aspetta il G8, il governo vuole fare vedere ai grandi della terra le macerie e quindi non inizia a ricostruire". (Puntata del 19 giugno)

Leggi tutto