Napoli, la falange insegnanti in piazza contro i tagli

1' di lettura

Un inizio d'anno scolastico che sembra più complicato del solito: docenti precari che protestano sui tetti. Nel frattempo il direttore dell'Ufficio scolastico regionale ha assicurato: "Le operazioni di immissioni in ruolo continuano"

Dopo Caserta, Benevento, Avellino e Salerno la protesta degli insegnanti precari contro i tagli del personale docente e amministrativo è dilagata a Napoli. I manifestanti sono saliti sui tetti e hanno occupato la sede del provveditorato. In ogni caso, come ha rassicurato Alberto Bottino, direttore dell'Ufficio scolastico regionale della Campania: "Le operazioni di immissioni in ruolo stanno continuando". Bottino sta lavorando con Regione Campania e ministero dell'Istruzione per trovare una soluzione al problema.

Leggi tutto
Prossimo articolo