Gay: su facebook mobilitazione contro la violenza

Fonte: Fiaccolata GLBT
1' di lettura

Dopo gli ultimi episodi di violenza e omofobia, la comunità omosessuale si mobilita sulla rete. Indetta una manifestazione a settimana da tenere a Roma nei pressi del Campidoglio per mantenere alta l'attenzione contro aggressioni e intolleranze

Mentre si allunga l'elenco delle aggressioni nei confronti dei gay, da Napoli a Rimini, da Roma a Caserta, gli omosessuali della capitale reagiscono al clima di violenza di questi ultimi giorni. L'intenzione è quella tenere una fiaccolata ogni settimana (la prima c'è stata lo scorso 28 agosto) partendo tutti i venerdì da via San Giovanni in Laterano a Roma per mantenere alta l'attenzione contro aggressioni e intolleranze verso gli omosessuali. L'idea è nata spontaneamente sul web ed è stata lanciata dal un gruppo facebook dal nome altamente simbolico: We have a dream, che conta attualmente 265 membri.

Una decisione, quella di auto organizzarsi che arriva in coincidenza con una ricorrenza dall'alto valore simbolico. Il 28 agosto 1963, a Washington, ci fu, infatti, la marcia per il lavoro e la libertà dei neri americani. In quell'occasione, Martin Luther King pronunciò l'ormai storico "I have a dream". Frase che dà il nome al gruppo nato in queste ore su Facebook. "Dopo una serie di aggressioni ravvicinate che ci sono state da nord a sud in Italia, da cittadini consapevoli della loro condizione di minoranza discriminata, anche noi abbiamo scoperto che abbiamo un sogno e che è necessario più che mai farci vedere - viene scritto nel gruppo - Non abbiamo paura, non siamo arrabbiati, non siamo organizzati, ma ci siamo e ci saremo ed il nostro sogno di libertà e di parità continuerà ad essere proclamato ogni settimana, accompagnati solo dalla nostra bandiera rainbow, dalle nostri voci, dalle nostre candele e dalla nostra fierezza. Chiunque condivida con noi lo stesso sogno sarà benvenuto e via dei Fori Imperiali, ogni settimana, diventerà Viale della Libertà".
Prossimo appuntamento venerdì 4 settembre, alle 21.

Guarda anche:
Gay aggrediti, ecco chi è "Svastichella"
Roma, attentato incendiario contro una discoteca gay
Gianni Alemanno: "Roma è una città tollerante"

Leggi tutto