Bagagli persi, l'Ue pensa di farla pagare cara

1' di lettura

Un'autorità nazionale responsabile della perdita e dei danni ai bagagli. E' l'iniziativa lanciata dal commissario europeo ai Trasporti, Antonio Tajani, preoccupato per i disservizi che si stanno registrando in questi giorni in Italia

Bagagli che non arrivano, non partono, vengono smarriti. Ore perse per cercare di recuperarli. A Fiumicino i dati di Eurocontrol, l'organizzazione per la sicurezza del traffico aereo europeo, fanno gridare allo scandalo: un passeggero su due non riceve il proprio bagaglio. La difficoltà maggiore sul fronte della lotta al fenomeno è l'assenza di un organismo che si occupi specificatamente del problema. Anche per questo il Commissario europeo ai trasporti, Antonio Tajani pensa alla costituzione di una autorità nazionale responsabile in ogni Paese e a pene più severe in caso di smarrimenti.

Per saperne di più:
Vacanze rovinate: come farsi rimborsare
Vacanze estive: guida online al bagaglio intelligente
Tajani, nel 2008 persi in Europa oltre 4 mln di bagagli

Leggi tutto
Prossimo articolo