Gay Village, arrestato l'aggressore

1' di lettura

La squadra mobile ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata oggi dal gip nei confronti del 40enne accusato di aver ferito due giovani omosessuali lo scorso sabato

E' stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile capitolina, in esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata questa mattina dal gip del Tribunale di Roma, il 40enne accusato di aver aggredito, la notte tra venerdi' e sabato scorso, due ragazzi gay nel quartiere dell'Eur a Roma.

Il 40enne era stato semplicemente denunciato a piede libero. La decisione aveva scatenato aspre critiche. Lo stesso sindaco di Roma Gianni Alemanno era intervenuto chiedendo di procedere almeno a un fermo nei confronti dell'aggressore.
Ieri, la Procura aveva fatto marcia indietro e aveva chiesto l'arresto dell'aggressore. Richiesta oggi accolta dal giudice per le indagini preliminari.

L'uomo, che è stato arrestato nella sua abitazione alla periferia di Roma, sara' sentito nelle prossime ore dal gip per l'interrogatorio di garanzia a cui partecipera' anche il pm Pietro Pollidori. L'aggressore e' accusato di  tentato omicidio in relazione all'accoltellamento di Dino, uno dei due omosessuali aggrediti nel quartiere Eur. Deve rispondere anche di aver colpito alla testa con una bottiglia l'altro ragazzo gay.

Leggi anche:
Gay Village, le risposte della rete
La Procura chiede il carcere per il responsabile dell'aggressione al Gay Village
Coppia gay aggredita, scontro tra Procura e Comune

Leggi tutto