Migranti morti in mare, verifiche in corso a Lampedusa

1' di lettura

I cinque eritrei che si sono salvati raccontano: "Siamo stati avvistati da almeno 10 navi ma nessuno ci ha salvato. Solo una barca, con marinai che parlavano inglese, ci ha lanciato dell'acqua ma poi è scomparsa"

Si cercano i corpi, per definire meglio i contorni di quella che sembra essere l'ennesima tragedia del mare. Mezzi del comando aeronavale della Guardia di Finanza sono impegnati da questa mattina nelle ricerche delle vittime del presunto naufragio che sarebbe avvenuto nel Canale di Sicilia e in cui avrebbero perso la vita 73 migranti. Intanto i cinque eritrei che si sono salvati raccontano: "Siamo stati avvistati da almeno 10 navi ma nessuno ci ha salvato. Solo una barca, con marinai che parlavano inglese, ci ha lanciato dell'acqua ma poi è scomparsa".

Leggi tutto
Prossimo articolo