Autovelox, stop a società private e pattuglie nascoste

1' di lettura

Una direttiva del Viminale rivoluziona la gestione dei sistemi di rilevamento della velocità. Le apparecchiature verranno gestite d'ora in poi solo dagli operatori di polizia, i Prefetti dovranno individuare i punti dove montarle

Stop alla gestione degli autovelox a società private, mai più pattuglie nascoste per la rilevazione della velocità, massima tutela della privacy. Sono soltanto alcuni dei contenuti della direttiva emanta dal Ministro dell'Interno, Roberto Maroni, per regolamentare il settore. Tra i punti principali del dispositivo, la gestione degli autovelox affidata solo ed esclusivamente agli operatori di polizia e non più alle società private. Alle prefetture e alla stradale spetterà il compito di individuare i punti critici dove effettuare i controlli che non saranno più condotti da pattuglie nascoste.

Leggi anche:
Roma: da settembre al via il condono delle multe auto

Guarda anche:
Auto: multe, arriva il condono
Codice della strada: arrivano le supermulte
Sequestrati autovelox non conformi. Multe annullate
Sicurezza stradale, italiani sempre più indisciplinati
Semaforo rosso, multa valida solo se c'è il vigile



Leggi tutto