Garlasco, nuova perizia confermerebbe l'alibi di Stasi

1' di lettura

Stando ad alcune indiscrezioni - non confermate - la perizia sul computer di Alberto Stasi, l'unico imputato per la morte di Chiara Poggi, dimostrerebbe che il ragazzo ha davvero lavorato al suo pc la mattina in cui è avvenuto l'omicidio.

In base ad alcune indiscrezioni pubblicate dal quotidiano Libero relative al lavoro degli otto periti informatici, tra cui anche quelli nominati dal giudice, sul pc del giovane imputato, Stasi avrebbe lavorato tutta la mattina del 13 agosto 2007 alla sua tesi di laurea. Una verità, secondo Libero, che porterebbe a scagionare l'imputato. L'indiscrezione arriva a più di un mese dalla data ultima di consegna del lavoro dei periti, fissata per il 30 settembre, e dopo l'ordinanza del giudice Vitelli che imponeva il silenzio sui nuovi risultati investigativi.

Leggi anche:
Garlasco, per Stasi un processo sprint (con lo sconto)

Leggi tutto
Prossimo articolo