Salerno: pesca illegale, caduti nella rete di YouTube

1' di lettura

Grazie ad un video denuncia anonimo apparso sul web la Guardia Costiera ha sequestrato due motopescherecci che pescavano a pochi metri dalla riva e denunciato i comandanti per distruzione e deturpamento del mare

Grazie ad un video denuncia anonimo apparso sul web la Guardia Costiera di Salerno ha sequestrato due motopescherecci e denunciato i comandanti per distruzione e deturpamento del mare. Il filmato su YouTube mostrava delle barche effettuare la pesca a strascico nel litorale a sud della città di Salerno, poco lontano dalla riva. Dopo aver verificato la zona e le unità interessate, i militari hanno fatto scattare l'operazione di notte. La pesca a strascico effettuata in zone non consentite è di notevole impatto sull'ambiente marino: le reti distruggono qualunque cosa incontrino sul fondale.

Leggi tutto
Prossimo articolo