Proteste operaie: a Roma malore per un dipendente Cim

1' di lettura

Chiusa la vicenda della Innse a Milano, continua la mobilitazione alla ditta di Marcellina che produce materiali edili: tra i lavoratori ancora accampati in cima a una torre c'è chi si è sentito male per il caldo

Mentre a Milano si festeggia la felice conclusione della protesta degli operai della Innse scesi dalla gru solo dopo aver salvato l'azienda e l'occupazione, in provincia di Roma prosegue tra piccoli passi avanti e malori la protesta degli operai della Cim di Marcellina:
Da lunedì protestano sulla torre miscelatrice a 37 metri d'altezza. Stanotte uno degli operai si è sentito male ed è stato fatto scendere. Paolo, di 35 anni, verso le 2 ha cominciato a vomitare forse per un colpo di sole. Le condizioni dell'operaio, in mattinata, sono comunque migliorate dopo i primi soccorsi e alcune flebo. Quella di oggi, per gli operai e la proprietà della Cim, potrebbe essere la giornata decisiva per la soluzione della vertenza e scongiurare così la chiusura della fabbrica. In mattinata è prevista infatti una riunione in Prefettura per ratificare quanto deciso ieri sera dal consiglio comunale di Marcellina, che ha votato si' per la sospensione in autotutela del bando di gara indetto dalla precedente amministrazione per affittare il sito su cui sorge lo stabilimento.

Leggi tutto
Prossimo articolo