Delitto Garlasco, a due anni di distanza nessuna verità

1' di lettura

Il processo contro Alberto Stasi, l'ex fidanzato, è ancora aperto. Entro il 30 settembre il giudice per l'udienza preliminare di Vigevano riceverà i risultati di quelle perizie che invece di gettare luce hanno finora solo alimentato dubbi

Due anni esatti sono passati e la morte di Chiara Poggi è anocra avvolta nel mistero. Alla messa in suo ricordo celebrata dal parroco di Garlasco, don Angelo Croera, presenti i genitori della 26enne, il fratello Marco e le cugine Cappa. Assente lui, Alberto Stasi, l'unico imputato e, per l'accusa, l'unico responsabile dell'omicidio della fidanzata. Entro il 30 settembre il giudice per l'udienza preliminare di Vigevano, Stefano Vitelli, riceverà i risultati di quelle perizie che invece di gettare luce, hanno finora solo alimentato dubbi e contrapposizioni.

Leggi tutto
Prossimo articolo