Roma: da settembre al via il condono delle multe auto

1' di lettura

I cittadini romani coinvolti potranno estinguere il loro debito pagando un importo pari al minimo della sanzione + il 4%. La Gerit, società alla quale il Campidoglio ha affidato la riscossione, invierà a breve un avviso a tutti gli interessati

di Massimo Vallorani

Possibilità di estinguere le multe comminate fino al 2004 senza il pagamento di interessi; opportunità di pagare a rate (fino ad un numero di 30) gli importi per quelle ricevute nel 2005; nessuna certificazione del proprio reddito per le cifre superiori ai 5000 euro. Sono queste alcune delle misure presentate dal neo assessore capitolino al Bilancio Maurizio Leo sull'emergenza derivante dalle vecchie multe non pagate che hanno prodotto un ingente numero di cartelle esattoriali. 

Dopo il via libera alla norma, prevista dal decreto anti-crisi, sul mini-condono per gli automobilisti multati fino al 31 dicembre 2004, il Comune di Roma ha deciso, primo fra le città italiane, di accelerare la procedura per arrivare all'attuazione della norma prevista nel decreto in questione. In effetti è proprio il Campidoglio a dover gestire l’arretrato più imponente. Ogni anno, infatti, il comune di Roma riesce a riscuotere poco meno del 50% delle sanzioni accertate, e sulla base dei bilanci si può stimare una somma “condonabile” intorno ai 300 milioni di euro.

La Gerit, società alla quale il Campidoglio ha affidato la riscossione delle sanzioni arretrate, invierà a breve un avviso agli interessati. Nella comunicazione (che dovrà prevenire entro 120 giorni) verrà spiegato come si può pagare la contravvenzione senza la mora. L'assessore capitolino al Bilancio, Maurizio Leo, ha fatto sapere che la stessa Gerit "effettuerà un censimento" dei cittadini con multa del 2004 ancora non pagata e che, nel frattempo, ha avviato "la sospensione di tutte le procedure esecutive" (pignoramenti, etc).

Novità importanti anche per le multe del 2005: "Si potrà richiedere la rateizzazione - dice l’assessore al Bilancio - che riguarderà tutti i debiti fiscali verso il Comune e quindi anche le multe degli anni successivi". Per le multe del 2006 "sarà il Comune ad inviare un avviso bonario ai cittadini - spiega Leo - prima di segnalare a Equitalia-Gerit le contravvenzioni che risultano non pagate". Di fondamentale importanza il Protocollo d’intesa firmato dall’assessore con l’Ufficio del Giudice di Pace per il superamento delle gravi inefficienze che impedivano lo scambio di informazioni tra l’organo giurisdizionale, il Comune di Roma ed Equitalia-Gerit: "Ognuno potrà sapere a che punto è il suo ricorso e quali sono le sentenze emanate. Il Comune metterà a disposizione le risorse umane, Equitalia quelle tecnologiche".

Leggi anche:
Vademecum: cosa fare per pagare le multe non pagate (dal sito del Comune di Roma)
Circolare rateizzazioni (dal sito del Comune di Roma)
Modulo di richiesta rateazione fino a 5000 euro (dal sito del Comune di Roma)
Modulo di richiesta reteazione superiore a 5000 euro (dal sito del Comune di Roma)


Guarda anche:
Auto: multe, arriva il condono
Codice della strada: arrivano le supermulte
Sequestrati autovelox non conformi. Multe annullate
Sicurezza stradale, italiani sempre più indisciplinati
Semaforo rosso, multa valida solo se c'è il vigile



Leggi tutto