Strage di Bologna, Fioravanti: la verità è un'altra

1' di lettura

In un'intervista a "Controcorrente" del 2005, l'ex terrorista 'nero' si attribuisce la responsabilità di 33 omicidi ma non quella dell'attentato del 2 agosto 1980, in cui persero la vita 85 persone e per il quale fu condannato all'ergastolo

E' stato condannato insieme a Francesca Mambro per la strage di Bologna ma Giusva Fioravanti da più di vent'anni continua a ripetere che lui e sua moglie con quella strage non c'entrano niente. In un'intervista a "Controcorrente" del 2005, l'ex terrorista 'nero' si attribuisce la responsabilità di 33 omicidi ma non quella dell'attentato del 2 agosto 1980, in cui persero la vita 85 persone: "Per anni abbiamo pensato che qualcuno sapesse la verità ma ora credo che forse neanche Cossiga sa esattamente cosa è succeso"

Leggi anche:
Fioravanti, dalla militanza politica ai Nar

ASCOLTA l'intervista a Fioravanti da "Controcorrente" del 2005
Strage di Bologna, Cossiga: credo nell'innocenza di Fioravanti

Leggi tutto