Via D'Amelio, magistrati alla ricerca della verità

1' di lettura

Il procuratore generale nisseno ha lanciato un allarme: i magistrati che hanno indagato negli anni passati sulle stragi di via D'Amelio e di Capaci sono costretti a vivere ancora sotto scorta

Continuano a ritmo serrato le indagini dei magistrati di Caltanissetta sulle stragi del '92, dopo la riapertura dell'inchiesta sui presunti mandanti occulti delle stragi. Il sospetto è che apparati deviati dello Stato, uomini dei servizi corrotti e poliziotti possano aver ricoperto ruoli chiave nella stagione che insanguinò Palermo. Da Caltanissetta viene anche lanciato un allarme. I magistrati che negli anni si occuparono delle inchieste sulle stragi di Capaci e di via D'Amelio sono ancora costretti a vivere sotto scorto. A denunciarlo il procuratore generale nisseno Giuseppe Barcellona.

Leggi tutto