RU486, Mons. Sgreccia: chiunque la usa sarà scomunicato

1' di lettura

"La pillola abortiva - ribadisce il presidente emerito della Pontificia Accademia Pro Vita a SKY TG24 - non è vero che è un metodo meno doloroso: provoca dolori, sanguinamenti e fa rischiare la vita alle donne. E' un composto per uccidere". VAI AL FORUM

La donna che vuole interromopere la gravidanza, i medici e chiunque partecipi all'iter abortivo, sarà automaticamente scomunicato. Lo sottolinea Mons. Elio Sgreccia, presidente emerito della Pontificia Accademia Pro Vita, facendo notare che "dal punto di vista del diritto canonico non c'e' alcuna differenza tra aborto chirurgico e aborto farmacologico". La pillola abortiva, sottolinea Sgreccia, "non è vero che è un metodo meno doloroso: provoca dolori, sanguinamenti e fa rischiare la vita alle donne. Non è un farmaco, è un composto per uccidere il feto, cioè un essere umano"

La pillola abortiva arriva in italia. Il Vaticano insorge
VAI AL FORUM. Commenta la notizia

Leggi tutto