La pillola abortiva arriva in Italia, il Vaticano insorge

1' di lettura

L'Agenzia del farmaco ha dato il via libera alla Ru486. Potrà essere utilizzata solo in ospedale. La Santa Sede: "È come aborto chirurgico: scomunica per chi la usa e per chi la prescrive. Governo intervenga". VAI AL FORUM. ASCOLTA MONS. SGRECCIA

Mancava il si, affatto scontato, del Consiglio di amministrazione dell'Agenzia italiana per il farmaco. E il sì è arrivato. Quattro voti favorevoli su cinque. La Ru486 viene ammessa così ufficialmente nel nostro sistema sanitario nazionale. In pratica si potrà vendere ma solo alle Asl. L'Aifa in una nota precisa che la pillola abortiva dovrà essere usata nel rigoroso rispetto della 194, la legge sull'interruzione di gravidanza. Quindi negli ospedali, sotto il controllo del personale competente e dietro ricovero. Inoltre l'assunzione dovrà avvenire entro la settima settimana di gestazione. Come raccomandato dal Consiglio superiore di sanità nel2004 e nel 2005. Dura la condanna del Vaticano: Dura la condanna del Vaticano: "E' come un aborto chirurgico: scomunica per chi la usa e per chi la prescrive. Il governo intervenga".

Ascolta Monsignor Sgreccia

Vai al Forum

Guarda il video che spiega come funziona la pillola

Leggi tutto