Inchiesta Bari, indagini patrimoniali sugli indagati

1' di lettura

Il pm della dda Desiree Digeronimo procede anche per finanziamento illecito e voto di scambio. Il governatore della Puglia, Nichi Vendola, parla di "ipotesi accusatoria forte ma anche un po' azzardata"

L'inchiesta della Dda di Bari sulla Sanità pugliese che fa tremare la sinistra va avanti. Dopo le perquisizioni nelle sedi di Pd, Socialisti, Prc, Sinistra e Libertà e Lista Emiliano, gli inquirenti hanno disposto oggi accertamenti patrimoniali su alcune delle 15 persone indagate. I principali reati ipotizzati sono associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e concussione, falso e truffa. Il pm Desiree Digeronimo procede anche per finanziamento illecito e voto di scambio. Il governatore della Puglia, Nichi Vendola, parla di "ipotesi accusatoria forte ma anche un po' azzardata".

Leggi tutto
Prossimo articolo