Camorra, in carcere il boss del clan di Acerra

1' di lettura

Vincenzo Capone, 37 anni, inserito nell'elenco dei cento latitanti più pericolosi d'Italia, è stato arrestato a Casagiove, in provincia di Caserta. Da giorni i carabinieri avevano individuato il suo covo e lo avevano pedinato

Arrestato dai carabinieri a Caserta uno dei cento latitanti più pericolosi d'Italia. Si tratta di Vincenzo Capone, 36 anni, considerato dagli investigatori del comando provinciale di Napoli esponente di spicco del clan camorristico di Acerra. L'uomo era irreperibile dal marzo scorso. I militari sono arrivati a lui pedinando la convivente. E' stato bloccato mentre era al volante di un'automobile.

Leggi tutto
Prossimo articolo