Bimbo sbranato, è caccia al proprietario del fondo

1' di lettura

Pare che il ragazzino entrasse spesso nel recinto per portare da mangiare agli animali che avevano avuto da poco una cucciolata. In alcuni casi, secondo gli esperti, i cani in branco agiscono con la stessa ferocia dei lupi

Giuseppe a settembre avrebbe compiuto sette anni. La passione dichiarata per gli animali lo ha ucciso. Poco distante dalla sua abitazione su un fondo agricolo da tempo hanno trovato ricovero un branco di cani. Il piccolo - e pare non fosse la prima volta - porta da mangiare agli animali. Si avvicina ad una delle cucce. Ignaro dell'imminente e improvvisa reazione di uno dei cani. Cui segue quella di tutti gli altri. Con una ferocia dicono gli esperti paragonabile a quella di un branco di lupi. Non è esclusa l'ipotesi che quei cani fossero stati allevati per combattimenti clandestini.

Leggi tutto
Prossimo articolo