"Serve consulta permanente per il diritto alla rete"

1' di lettura

I blogger che il 14 luglio hanno scioperato, imbavagliandosi, contro il ddl Alfano intendono lavorare sull'elaborazione di una dichiarazione universale dei diritti dei cittadini digitali

I blogger che il 14 luglio hanno scioperato, imbavagliandosi, contro il ddl Alfano - che prevede sanzioni pecuniarie e l'obbligo di rettifica anche per i possessori di blog - intendono lavorare sull'elaborazione di una dichiarazione universale dei diritti dei cittadini digitali e istituire una consulta permanente. Una necessità, visto che le sanzioni per la rettifica arrivano a 25milioni di vecchie lire e dovrebbero ricadere sull'editore di un giornale in un contesto giornalistico, non su normali cittadini che utilizzino internet.

Leggi tutto
Prossimo articolo