Mafia, 400 anni di carcere a estorsori del pizzo

1' di lettura

A fare scattare le indagini il coraggio di imprenditori che, coadiuvati dalle associazioni antiracket, hanno trovato il coraggio di denunciare

Sono 400 gli anni di carcere che dovranno scontare i 49 imputati accusati di estorsioni a imprenditori e commercialisti. È stata infatti emessa oggi a palermo la sentenza di primo grado del troncone del processo "Addio pizzo" celebrato con rito abbreviato. Tra questi ci sono anche alcuni titolari di attività commerciali condannati per favoreggiamento.

Leggi tutto
Prossimo articolo