Processo Abba, imputati condannati a 15 anni e 4 mesi

1' di lettura

I baristi Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio, sono stati riconosciuti colpevoli di aver ucciso a sprangate il 19enne perchè sorpreso a rubare dei biscotti nel loro bar. Ora dovranno anche pagare 175mila euro di risarcimento

Il gup di Milano Nicola Clivio ha condannato a 15 anni e 4 mesi i baristi Fausto e Daniele Cristofoli, padre e figlio, imputati per l'omicidio di Abdoul Guiebre, detto Abba, il 19enne originario del Burkina Faso ucciso a sprangate il 14 settembre 2008 perchè sorpreso a rubare un pacco di biscotti nel bar dei due imputati. La pena è il risultato del rito abbreviato: il giudice ha accolto anche l'aggravante dei futili motivi ma ha riconosciuto le attenuanti generiche. Quanto al risarcimento, le parti civili avevano chiesto 600mila euro, il giudice ha invece stabilito la cifra di 175mila euro.

Il padre di Abba: "Nessuna sentenza mi restituirà mio figlio"

Leggi anche:

Cernusco sul Naviglio, ultimo saluto per Abba

Milano, scontri al corteo per il ragazzo ucciso

 

Leggi tutto