Stupri Roma, Bianchini: "Sono innocente"

1' di lettura

Violenza sessuale, sequestro di persona e porto d'arma da taglio. Con queste accuse la Procura di Roma ha chiesto la convalida del fermo dell'impiegato di 33 anni accusato di essere lo stupratore seriale della Capitale

Nel carcere di Regina Coeli nega ogni addebito, chiuso in cella di isolamento si dichiara innocente. Luca Bianchini, ragioniere laureando di 33 anni è tranquillo, dorme, si nutre, ha solo rinunciato all'ora d'aria. Da venerdì è in stato di fermo è sospettato di essere lo stupratore seriale di Roma. La procura ha chiesto la convalida del fermo e per lunedì si attende l'interrogatorio di garanzia. A suo carico prove, indizi pesanti. Un riscontro scientifico come il dna, compatibile con quello ritrovato su 3 delle vittime e un video in cui è stato riconosciuto come l'autore di una violenza.



Roma: fermato il presunto stupratore seriale. Le foto

Stupratore arrestato a Roma, voci di un quartiere incredulo


Lo stupratore di Roma in azione: guarda il video

Stupri, Marino: nel Pd questione morale. Scontro tra leader

Leggi tutto