Viareggio, treno esplode in stazione. E' l'inferno

1' di lettura

Un vagone-cisterna carico di Gpl deraglia e salta in aria: morti e feriti. Oltre mille sfollati. I testimoni: "sembrava la fine del mondo". Marcegaglia ed Epifani: disastro enorme. Berlusconi contestato. Proclamato lo Stato d'emergenza. I VIDEO E LE FOTO

GUARDA LA DIRETTA DI SKY TG24

GUARDA IL SALVATAGGIO DEL BAMBINO

BERLUSCONI CONTESTATO A VIAREGGIO. IL VIDEO

I RACCONTI DEI TESTIMONI  1 - 2 - 3

GUARDA LE IMMAGINI ESCLUSIVE DEL DISASTRO

GUARDA TUTTE LE FOTO

IN RETE LE TESTIMONIANZE I VIDEO DELL'ESPLOSIONE 1- 2

Un vagone-cisterna carico di Gpl che faceva parte di un treno merci è deragliato ed è esploso nei pressi della stazione di Viareggio poco prima della mezzanotte, investendo le case vicine e provocando la morte di almeno 16 persone.
Secondo le prime indagini, il disastro sarebbe stato causato dal cedimento del carrello di uno dei primi carri- cisterna del convoglio 50325 Trecate-Gricignano, riferisce una nota delle Fs. I feriti, tutti con ustioni di varia gravità, sono stati trasportati negli ospedali vicini e a Firenze. Mille evacuati.

LEGGI TUTTI GLI AGGIORNAMENTI


20.07 Quattordici morti accertati, quattro dispersi e trenta feriti molto gravi ricoverati negli ospedali di otto città: questo l'ultimo bilancio stilato dal sottosegretario della Protezione Civile, Guido Bertolaso.

19.17 Il cadavere di una donna è stato ritrovato dai vigili del fuoco tra le macerie di un edificio al civico 32 di via Ponchielli, nella zona della stazione di Viareggio, dove la scorsa notte si e' verificata un'esplosione. Lo si apprende da fonti dei vigili del fuoco. Con il ritrovamento, salgono a 14 le vittime del disastro.

18.42 Non sono 16 le vittime dell'incidente ferroviario di Viareggio, ma 13. Ad aggiornare il dato è la Asl 12 della Versilia, che in precedenza aveva fornito il numero di 16 vittime. Undici persone sono all'obitorio dell'Ospedale Versilia; una donna è morta al nosocomio di Massa, un'altra a quello di Pisa. A determinare l'errato conteggio dei deceduti, spiegano i dirigenti della Asl, sarebbero stati due fattori: la notizia del rinvenimento di due ulteriori cadaveri tra le macerie non avrebbe trovato conferma; inoltre, non è veritiera la notizia della morte della bimba trasferita all'ospedale Bambin Gesù di Roma, diffusa oggi dai vari mezzi di informazione. I feriti sono 34, di cui 16 gravi, cinque i dispersi.

18.17 E' al lavoro nell'ospedale Versilia una Commissione medico legale insediata appositamente per l'identificazione degli 11 cadaveri attualmente radunati nelle camere mortuarie. La commissione dovrà riferire gli esiti dei suoi accertamenti alla Procura di Lucca. Due gli obiettivi assegnati: il riconoscimento delle salme e anche gli accertamenti legati a eventuali aspetti risarcitori della vicenda.

18.00 Un sopravvissuto racconta a SKY TG24 la sua esperienza: E' stata l'Apocalisse.

17.57 Circa 900 dei mille sfollati, in seguito all'incidente della notte scorsa a Viareggio, potranno rientrare a casa nel giro di 48-72 ore. Per gli altri cento, che hanno avuto le abitazioni completamente distrutte o danneggiate, l'attesa sarà più lunga. Lo ha detto il sindaco di Viareggio, Luca Lunardini, a margine della conferenza stampa del premier sull'accaduto.

17.28 Al prossimo Consiglio dei ministri verrà decretato lo stato di emergenza per il disastro di Viareggio e il governo fornirà le risorse per garantire la ricostruzione al 100%. Lo ha annunciato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi nel corso di una conferenza stampa. "Già nel prossimo Cdm decreteremo lo stato di emergenza e forniremo i soldi necessari per la ricostruzione delle case al 100%", ha detto il premier dopo aver visitato la zona in cui la notte scorsa si è sviluppato un vasto in seguito al deragliamento di un treno merci che trasportava gpl.

17.04
Sono saliti a 16 i morti del disastro avvenuto la scorsa notte a Viareggio. Lo ha reso noto il sindaco della città Luca Lunardini. E' invece di 36 il numero dei feriti (di cui 14 gravissimi) mentre cinque persone risultano ancora disperse. Sempre secondo i dati forniti dal sindaco di Viareggio sono state evacuate precauzionalmente in tutto 1.115 persone, anche se gli sfollati veri e propri sono circa 300. Il bilancio, però, potrebbe ulteriormente aggravarsi nelle prossime ore, visto che quattordici dei feriti sono considerati in condizioni molto gravi.

16.58
"Deve esserci un accertamento delle responsabilità, se ci sono, ed una messa in sicurezza del nostro trasporto ferroviario". Lo afferma il presidente della Camera Gianfranco Fini. "Siamo attoniti - spiega Fini, parlando con i cronisti sull'aereo che lo riporta a Roma da Madrid - per questa tragedia dolorosa ed imprevedibile. Tutti esprimiamo solidarietà ai familiari delle vittime".

16.53
L'Amministrazione comunale di Viareggio ha proclamato tre giorni di lutto cittadino dopo il disastro ferroviario avvenuto nella notte. "Le istituzioni, le associazioni, i cittadini sono invitati ad esporre le bandiere listate a lutto - si legge sul sito del Comune - Si invitano i concessionari dei servizi pubblicitari a sospendere le attività per tre giorni".

16:38
"Nei prossimi giorni accertare con rigore le responsabilita'" dell'esplosione alla stazione di
Viareggio. Lo ha detto in apertura di seduta il Presidente del Senato, Renato Schifani. Poi è stato osservato un minuto di silenzio da tutta l'Aula.

16:35
Appena il presidente del Consiglio è arrivato nella sede del Comune di Viareggio è stato accolto da alcune centinaia di persone: alcuni lo hanno applaudito, ma in molti lo hanno  fischiato. I manifestanti hanno urlato: "I morti sono i nostri". E ancora: "Buffone, vergogna".

16:20
A seguito dell'incidente di  Viareggio, Confturismo-Federalberghi è pronta a dare il suo  supporto e a collaborare per la sistemazione degli sfollati, accogliendo l'appello lanciato dal sindaco Luca Lunardini. Lo rende noto la stessa organizzazione in una nota.

16:00 Sono 16 i morti, tra cui tre  bambini, 36 feriti, di cui 14 gravissimi, e cinque i dispersi  che i vigili del fuoco stanno cercando sotto le macerie.  Evacuate in tutto 1.115 persone ma ora gli sfollati sono circa  300. E' il bilancio, aggiornato alle 16,00, della strage alla stazione di Viareggio secondo i dati forniti dal sindaco di Viareggio Luca Lunardini, dalla protezione civile della Toscana  e dalla direzione dell'Asl 12 Versilia.

15:49 Dei circa mille sfollati a causa  dell'incidente di Viareggio, "700 hanno trovato alloggio presso  amici e parenti", mentre degli altri 300 si e' occupato il  Comune. Sono inoltre un'ottantina le persone che hanno avuto la casa danneggiata a causa dell'esplosione. E' il bilancio tracciato dal sindaco di Viareggio, Luca Lunardini, intervistato dal sito dell'Anci.

15:45
"Complessivamente è l'incidente più grave che abbia mai coinvolto il trasporto pubblico in  Italia e il numero delle vittime e' tristemente destinato a  salire. Le cause stanno per essere accertate e se fossero quelle che stiamo leggendo al momento sulle agenzie, si prospetta il reato di omicidio colposo". Lo ha detto il presidente del  Consiglio regionale della Toscana Riccardo Nencini introducendo   lavori d'aula che si sono aperti e poi subito conclusi, con un minuto di silenzio dedicato alle vittime dell'incidente della  stazione di Viareggio. Gli incidenti più gravi degli ultimi anni - SCHEDA


15.41
"Il sottosegretario Guido Bertolaso ha annunciato che si muoverà con un decreto di emergenza per venire incontro alle esigenze della città' a seguito dell' incidente avvenuto a Viareggio. Lo afferma il sindaco della città toscana, Luca Lunardini, intervistato subito dopo il briefing svoltosi in Comune per fare il punto della situazione su quanto accaduto. "Per un'area a forte vocazione turistica come la nostra - aggiunge Lunardini - la priorità è il recupero veloce della viabilità ferroviaria".

15.40 Due Intercity soppressi
, rispettivamente per Torino Porta Nuova e Roma Termini, e tre in ritardo: è questa la situazione al momento sulla linea ferroviaria del Levante genovese a seguito dell'incidente di Viareggio. A essere soppressi sono stati gli Intercity 9794 delle 16:27 diretto a Torino e il 9799 per Roma delle 15:32. Ritardi da un minimo di venti a un massimo di 125 minuti per tre Intercity diretti a Milano Centrale e Torino Porta Nuova. Disagi anche sulla linea regionale verso il capoluogo ligure a causa della gestione delle coincidenze.

15:02 Dovrebbe iniziare tra circa  mezz'ora il trasbordo delle cisterne contenenti Gpl del  convoglio deragliato la notte scorsa nella stazione di  Viareggio. I vigili del fuoco stanno lavorando per raffreddarle  e permettere cosi' il passaggio in altri contenitori. Al momento  il convoglio si trova ancora sui binari.

15:00 Oggi e domani a Viareggio e in tutti gli altri comuni della Versilia, sono stati proclamati due giorni di lutto cittadino. Il lutto cittadino, si legge in una nota, e' stato proclamato congiuntamente dai sindaci di Viareggio, Pietrasanta, Camaiore, Forte dei Marmi, Massarosa, Seravezza e Stazzema. In questi due giorni "saranno sospese tutte le manifestazioni previste, verranno inoltre esposte le
bandiere a mezz'asta fuori dagli edifici pubblici e in tutti gli stabilimenti balneari".

14:45
"Il bilancio ufficiale delle vittime è attualmente di 13 persone, compresa la bimba di quattro anni morta al Bambin Gesu' di Roma". Lo ha detto il responsabile della protezione civile Guido  Bertolaso, che ha pero' sottolineato che ci sono 30 feriti gravissimi molti dei quali presentano ustioni
sul 100% del corpo e dunque il bilancio si potrebbe aggravare". E ha aggiunto: "In un paio di giorni si
riattivera' la circolazione ferroviaria".

14:30
Disagi sul traffico ferroviario in Toscana. A causa del gravissimo incidente avvenuto  questa notte a Viareggio, informa la giunta regionale, e' stato completamento bloccato il traffico su binari nell'area compresa tra  Pisa, Lucca e Forte dei Marmi. I treni in arrivo da sud vengono  fermati a Pisa, quelli che provengono da nord sono bloccati a Forte dei Marmi, quelli in viaggio da est (direttrice di Firenze) hanno il  loro capolinea a Lucca. In queste stazioni i viaggiatori trovano un  servizio di bus sostitutivi organizzato dalle Ferrovie dello Stato.
Sono attivi due numeri verdi per dare informazioni: 800.570.530, numero verde regionale per informazioni sui ritardi e sui blocchi del  traffico ferroviario; 800.892.021, numero verde delle Ferrovie dello Stato per informazioni sul servizio dei bus sostitutivi. Tutte le informazioni sul sito delle FS

14:14 "Adesso è il  momento delle priorità. Per almeno le prossime 72 ore. Occorre curare i feriti, assistere le famiglie e fare tutto quello che occorre per  ripristinare la linea ferroviaria e la fruibilita' della stazione. Poi affronteremo cause e responsabilita"'. A parlare e' il presidente  della Regione Toscana, Claudio Martini, visibilmente emozionato e  colpito dalle dimensioni della tragedia, mentre visita la zona colpita dalla catastrofe.

14:09 Le regole ci sono, ma secondo il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani,
responsabile dei trasporti, 'con la liberalizzazione del trasporto ferroviario, vanno aumentati i controlli'. In particolare è necessario 'passare dall'attuale controllo ogni 6 anni, ad un controllo diverso, basato sui chilometri percorsi e sul tonnellaggio del carico' trasportato dai vagoni dati in
leasing.

13:55 Il presidente delle Ferrovie dello Stato Innocenzo Cipolletta, l'amministratore delegato Mauro Moretti e  tutto il Gruppo Fs esprimono "il piu' vivo cordoglio per le vittime dell'incidente avvenuto la scorsa notte a Viareggio". "Le Ferrovie dello Stato- dichiarano in una nota- sono vicine alle famiglie colpite da questa gravissima sciagura e si impegnano a concludere nel piu' breve tempo possibile le due inchieste tecniche gia' avviate, una da parte di Trenitalia e l'altra dal gestore dell'infrastruttura, Rete  Ferroviaria Italiana, assicurando tutto il supporto necessario, per quanto di propria competenza, alle altre commissioni di inchiesta  istituite".

13:54
"Mi è stato chiesto di riferire in Parlamento. Lo farò nella giornata di domani". Ad annunciarlo il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, che ha raggiunto da pochi minuti la citta' di Viareggio. Il  ministro spiega che "ora devo acquisire qualche elemento in piu' per  dare una risposta certa sull'accaduto".

13:34 "Purtroppo dovremo interrogarci fino in fondo sulle ragioni di ciò che è accaduto. Non soltanto su quelle prossime ma anche su quelle che, intermini più remoti, costituiscono la spiegazione di una cosa peraltro assurda". Lo ha detto il Ministro del Lavoro e della Salute, Maurizio Sacconi, riferendosi all'esplosione di Viareggio.

13:26
E' morta nella mattinata all'ospedale Bambin Gesù di Roma la bimba straniera di quasi 4 anni rimasta ustionata nell'esplosione della scorsa notte a Viareggio.
La bambina era stata trasferita d'urgenza in elicottero a  Roma dopo un primo ricovero al pronto soccorso dell'ospedale  della Versilia. E' quanto si apprende dalle autorita' sanitarie  della Asl 12.
La bimba era stata operata ma non ce l'ha fatta a superare la  crisi fisica seguita all' esplosione

13:25
Sciopero di un'ora, dalle 11 alle  12 di domani, per i ferrovieri della Toscana. Lo hanno  proclamato Filt-Cgil, Fit Cisl e Uilt-Uil regionali dopo il disastro di Viareggio e per chiedere piu' controlli sulla sicurezza sul sistema ferroviario, estesi non solo alla flotta  Fs, ma anche a quella delle aziende private. Per questo chiederanno incontri a istituzioni regionali, Ansf e dirigenza  ferroviaria.

13:20 Il cordoglio del Papa. Benedetto XVI "esprime profonda partecipazione al dolore che colpisce l'intera città". Sono le parole del telegramma di cordoglio, a firma del  cardinale segretario di Stato, Tarcisio Bertone, con le quali Benedetto XVI si e' rivolto oggi agli abitanti di Viareggio. Il Papa ha invocato il "conforto" della  benedizione divina per i parenti delle vittime e preghiere di suffragio per i defunti.

13:16 "Profonda tristezza" e cordoglio ha espresso il presidente della Commissione Europea Josè  Manuel Barroso per il tragico incidente di Viareggio. Il presidente, si legge in una dichiarazione, "desidera esprimere la sua profonda  tristezza per il tragico avvenimento e le più sentite condoglianze, a nome della Commissione europea e a nome suo".

13:07 Quattordici morti, tra cui due bambini, 34 feriti, di cui 16 gravi, e un numero imprecisato di  persone disperse che i vigili del fuoco stanno cercando sotto le  macerie. E' questo il bilancio, aggiornato alle 12.30, dell'incidente avvenuto questa notte a Viareggio secondo quanto  ricostruito dalla protezione civile della Regione Toscana.

12:54
"E' evidente che questo disastro conferma la necessita' di sviluppare, a ogni livello e in ogni ambito di attivita', una seria cultura della sicurezza e quanta strada occorra ancora fare in questa direzione": lo afferma Rosy Bindi, che si dice "profondamente turbata" dal disastro avvenuto alla stazione di Viareggio

12.53
"O le norme europee per la sicurezza non sono adeguate o non sono state rispettate. Lo verificheremo". Così il ministro dell'Interno Roberto Maroni in una conferenza stampa tenuta a Viareggio dopo la tragedia della notte. "Nel primo caso - ha detto Maroni - proporremo alla commissione di cambiarle perche' se ci sono delle norme che se vengono rispettate non evitano che succedano un incidente del genere vuol dire che sono insufficienti a garantire la sicurezza. Nel secondo caso invece, se c'è chi non ha rispettato le norme dovrà risponderne".

12.47
I due macchinisti alla guida del convoglio, ricoverati per accertamenti, sono stati dimessi. Questa notte sono state evacuate in tutto 1.115 persone, ad ora gli sfollati sono circa 300. In città è stata segnata una zona rossa in cui è proibito l'accesso e chi non può tornare nelle proprie case è stato provvisoriamente sistemato in albergo. Il convoglio, composto in tutto da 14 vagoni, era partito dalla raffineria Sarpom, che ha sede a San Martino di Trecate (Novara), ed era diretto a Caserta.

12.45
E' "necessario denunciare come tragedie come queste siano largamente annunciate dalla scarsita' di attenzione e manutenzione che caratterizza l'attuale gestione delle ferrovie italiane". Lo sostiene Paolo Ferrero esprimendo "profondo cordoglio" per le vittime della strage a Viareggio e un "forte ringraziamento" a tutti coloro che hanno portato soccorso durante tutta la notte.

12.35
E' stato allestito nella piazza davanti al comune il centro di accoglienza per gli sfollati dopo l'incidente ferroviario di Viareggio. Una decina di tende della protezione civile serviranno ad accogliere questa sera le persone che non rientreranno a casa. Molti alberghi della zona hanno dato la disponibilità ad ospitare diverse famiglie. Se non verranno completate entro stasera le operazioni di messa in sicurezza della linea ferroviaria con lo svuotamento delle cisterne ancora piene di Gpl, saranno circa 500 le persone che dovranno trovare ospitalita' per la notte. A pochi metri di distanza dal comune in una scuola elementare è stato allestito un punto di ristoro che e' pronto a distribuire 200 pasti a ciclo continuo. Bertolaso ha annunciato che ogni due ore ci sarà un comunicato stampa sulla situazione.

12.30
Incredulità, stupore, paura. Le testimonianze dei cittadini di Viareggio dopo l'esplosione del treno merci nei pressi della stazione.

12.25
"Che cos'è il Gpl?" Renato Rota, docente di ingegneria chimica del Politecnico, fa l'analisi della probabile dinamica che ha scatenato il terribile rogo seguito all'incidente feroviario nella cittadina toscana.

12.20
Domani il governo riferirà alla Camera sull'esplosione del treno merci che trasportava gas Gpl esploso nei pressi della stazione di Viareggio.

12.15
E' in condizioni gravissime il bambino di circa due anni rimasto gravemente ustionato in seguito all'incidente ferroviario di Viareggio, e ricoverato a Firenze presso l'ospedale pediatrico Meyer. Il piccolo ricoverato, in prognosi riservata, è stato sottoposto a intervento chirurgico stamattina : ha ustioni sul 90% del corpo. Il bimbo era arrivato a Firenze stamattina alle 3.

12.00
Treni regionali regolari, secondo Trenitalia lungo la tratta ligure, ma disagi e sconforto tra i viaggiatori in stazione alla Spezia a causa della sciagura accaduta stanotte a Viareggio. I viaggiatori diretti verso la Toscana con treni a lunga percorrenza infatti scendono dal convoglio alla Spezia e con bus navetta messi a disposizione da Trenitalia e dalla Croce Rossa raggiungono Pisa; un tratto di circa 100 km. Il traffico regionale è invece interrotto tra Pisa e Forte dei Marmi. I viaggiatori, alla Spezia, tra cui parecchi turisti, protestano per la mancanza di informazioni sugli orari di partenza dei pullman. Da Pisa si riprende il treno verso Firenze o Bologna. Stesso percorso avviene in direzione opposta, dalla Toscana verso la Liguria. I convogli tra Torino e Roma vengono invece fatti transitare nella pianura padana fino a Bologna e da qui raggiungono Firenze e poi Pisa. Un Eurostar in partenza da Genova per Roma delle sei di stamattina il 9305 è stato soppresso.

11.50
"A Viareggio c'è ancora pericolo di fuga di gas". Le parole di Antonio Gambardella, capo del corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

11.45
Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, profondamente colpito dal catastrofico incidente di Viareggio, in una telefonata al sindaco Luca Lunardini ha espresso i suoi sentimenti di partecipazione al dolore delle tante famiglie colpite e di vicinanza all'intera cittadinanza. Il sindaco ha aggiornato il presidente sulle situazioni di particolare gravità che si presentano tra i feriti e sugli accertamenti in corso circa i fattori determinanti della tragedia. Il capo dello Stato viene costantemente informato dal prefetto di Lucca, Carmelo Aronica, sulle operazioni di soccorso e sulla dinamica del tragico episodio. Lo rende noto un comunicato della Presidenza della Repubblica.

11.43
"Vado là per prendere in mano le cose". Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi che, entrando al Teatro San Carlo di Napoli, ha confermato che nel pomeriggio si recherà a Viareggio sul luogo del disastro ferroviario. Berlusconi ha affermato che la situazione "è grave".

111.42
"Dalle prime evidenze i macchinisti non hanno fatto errori". Lo ha detto l'amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato, Mauro Moretti, nel corso della conferenza stampa con il sottosegretario Guido Bertolaso a Viareggio.

11.37
L'incidente ferroviario di Viareggio "è una delle peggiori tragedie che abbiano colpito il nostro Paese, in un settore così delicato e strategico": lo ha affermato Guido Bertolaso, sottosegretario alla Protezione civile, nel corso della conferenza stampa con le autorità e i soccorritori convocata presso il Municipio della città versiliese. Secondo Bertolaso, si tratta di "un incidente che dovremo studiare con estrema attenzione: ogni volta che si verifica un incidente dove vengono liberate delle sostanze nocive, ci si chiede se è stato fatto tutto il possibile. Dopo l'incidente di Trento avevo sollecitato azioni in questo senso: dopo questa lezione ci saranno altre decisioni e interventi da adottare".

11.30
"Con tutta probabilità l'incidente di Viareggio è stato provocato da un cedimento strutturale al primo vagone del convoglio". Lo ha affermato Mauro Moretti, amministratore delegato delle Ferrovie, nel corso della conferenza stampa.

11.19
Il primo bilancio del disastro ferroviario di Viareggio è di 12 morti e 16 feriti. Lo ha detto in conferenza stampa il sottosegretario alla protezione Civile Guido Bertolaso, sul posto dopo aver fatto una ricognizione nei luoghi della tragedia. Fonti dei soccorritori, in precedenza, avevano parlato di 15 morti, 37 feriti e 30 dispersi. Gli evacuati sono circa un migliaio.

11.12
Incidenti ferroviari. Ecco una scheda dei peggiori disastri.

11.06
Disastro ferroviario, omicidio colposo plurimo e incendio colposo: sono queste le ipotesi di reato per le quali la procura di Lucca sta indagando in merito all'esplosione verificatasi a Viareggio. Lo ha spiegato lo stesso procuratore di Lucca, Aldo Cicala, che la notte scorsa, insieme al sostituto Giuseppe Amodeo, ha effettuato un sopralluogo sul luogo dell'accaduto, conclusosi intorno alle 6. Sulle cause Cicala ha spiegato che "al momento non c'e' alcuna conferma". Ha solo escluso che "ci sia stato un scontro tra treni. C'e' stato un deragliamento, il gas gpl e' fuoriuscito e poi si e' verificata l'esplosione". Il procuratore ha anche aggiunto che sono gia' stati "sentiti a verbale" i macchinisti del convoglio, ma non ha voluto aggiungere nulla sulle loro dichiarazioni. Sulla portata di quanto accaduto ha detto: "I dati parlano da soli: e' veramente un disastro".

11.00
Luca Lunardini, il sindaco di Viareggio fa il punto della situazione ai microfoni di SKY TG24. "Mille evacuati, poche le case inagibili".

10.57
Ezio Gallori, storico esponente dei macchinisti, accusa il gruppo dirigente delle Ferrovie: "si vanta di risanare il bilancio ma lascia che a pagare sia la sicurezza. Deve andare a casa"

10. 50
"Un giovane è morto bruciato davanti a noi". La testimonianza a SKY TG24 del presidente della Croce Verde locale Milziade Caprili

10.45
"E' una tragedia enorme". E' il leader della Cgil, Guglielmo Epifani, a margine dell'assemblea della Fiom, a commentare così l'incidente ferroviario di Viareggio dove intorno a mezzanotte è esploso un carro cisterna carico di gpl. "I primi riscontri darebbero ragione dei tanti allarmi lanciati in questi mesi dai sindacati cu sui l'azienda aveva reagito, sbagliando, perchè nelle Ferrovie c'è un uso di materiali troppo vecchi", dice aggiungendo: "Aspettiamo però di capire le cause".

10.42
E' atteso all'ospedale milanese di Niguarda l'elicottero del 118 di Milano che trasporta uno degli ustionati gravi nell'incidente ferroviario avvenuto ieri sera a Viareggio (Lucca). Un altro ferito, caricato su un elicottero del 118 di Grosseto, è atteso all'ospedale Galeazzi.

10.41
Un minuto di silenzio in ricordo delle vittime dell'esplosione di Viareggio ha dato il via all' assemblea di Confindustria di Firenze. A chiederlo è stato il presidente Giovanni Gentile prima di dare la parola alla presidente nazionale Emma Marcegaglia.

10.38
Per informare in tempo reale sull'incidente ferroviario avvenuto la notte scorsa alla stazione di Viareggio e' attivo da stamane l'indirizzo Facebook http://www.facebook.com/toscananotizie gestito da Toscana Notizie, l'Agenzia di Informazione della Giunta regionale. Nella bacheca di Toscana Notizie, informa la Regione, saranno disponibili tutte le notizie, gli aggiornamenti e le informazioni utili sull'avvenimento.

10.20
Su richiesta del prefetto di Pisa 4 persone rimaste ferite nel disastro ferroviario di questa notte a Viareggio vengono trasferite con un C130J dell'Aeronautica Militare all'ospedale Molinette di Torino

10.12 Sale a 15 il numero delle vittime.
Sono al momento 15 i morti tra cui due bambini, 37 i feriti di cui 12 sono gravissimi, un migliaio le persone evacuate e si scava per cercare i dispersi. E' il bilancio delle tre violente esplosioni e del vasto incendio provocate dalla fuoriuscita di gpl dalle cisterne trasportate da un convoglio merci deragliato intorno alla mezzanotte vicino alla stazione di Viareggio (Lucca) che attraversa il centro. Due palazzine sono crollate. Altre cinque sono state coinvolte dall'incendio e si scava ancora alla ricerca di persone disperse. Tra i feriti ci sono due bambini. Uno e' grave ed è ricoverato all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze con ustioni in gran parte del corpo. L'altro al Bambin Gesù di Roma. I feriti, tra cui molti ustionati, sono stati distribuiti tra gli ospedali di Pisa, Massa Carrara, Firenze, Parma, Roma e Genova

10.11
Sono 30 le persone che risultano disperse nel disastro ferroviario di Viareggio (Lucca), dove intorno a mezzanotte è esploso un carro cisterna di un treno merci carico di gpl. I morti accertati finora sono 13, ha riferito il sindaco Luca Lunardini, 37 i feriti e 1000 le persone evacuate. Il bilancio rischia però di aggravarsi, visto che ancora 30 persone risultano disperse. Due le palazzine crollate nell'esplosione, 5 gli edifici seriamente danneggiati dallo scoppio.

10.00 Il Prefetto di Lucca Carmelo Aronica ai microfoni di SKY TG24 fa il punto sull'esplosione della cisterna di un treno merci in Versilia: "L'incidente pare causato da deragliamento".

9.52
Apparterrebbe alla società internazionale Gatx con sede europea a Vienna, la cisterna da cui è fuoriuscito il gas che ha innescato l'esplosione alla stazione di Viareggio. Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, a provocare il deragliamento è stato il primo carro merci, quello subito dietro la locomotiva, immatricolato dalle ferrovie polacche ma di proprietà, appunto, della Gatx. Il vagone avrebbe subito un cedimento strutturale: si sarebbe rotto un asse. Ed è proprio la società con sede a Vienna, sottolineano le stesse fonti, che deve assicurare la revisione di tutti gli elementi strutturali. Il treno, precisano inoltre le fonti, procedeva a 90 chilometri orari, una velocità regolare per quel tratto di ferrovia.

9.48
Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che al momento si trova a Napoli, è costantemente informato degli sviluppi dell'incidente avvenuto questa notte alla stazione di Viareggio dal capo della Protezione civile Guido Bertolaso, che si è recato sul luogo, e dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Paolo Bonaiuti.

9.46
I vigili del fuoco stanno lavorando allo svuotamento delle cisterne del treno non esplose, cariche di Gpl, alla stazione ferroviaria di Viareggio (Lucca). L'esplosione di un carro cisterna carico del gas ha provocato la morte di 13 persone e il ferimento di altre 50, di cui 36 in gravi condizioni. Sono 13 le cisterne cariche di Gpl non esplose. Sul luogo del disastro sono al lavoro 300 vigili del fuoco provenienti da Toscana, Liguria ed Emilia Romagna.

9.39
Finora sono 39 i feriti arrivati al Pronto soccorso dell'ospedale Versilia dopo l'esplosione di un treno merci alla stazione di Viareggio. "Tutti feriti che hanno riportato gravi ustioni in tutto il corpo. La maggior parte di loro sono già stati trasferiti in centri specializzati. Qui al Versilia ne sono ricoverati sette, di cui tre intubati".

9.37 Situazione sulla circolazione dei treni.
A causa dell'incidente di Viareggio "la circolazione ferroviaria sulla Direttrice Tirrenica è interrotta tra le stazioni di Pisa e Forte dei Marmi. Il Gruppo Fs ha subito adottato provvedimenti di circolazione alternativi per i treni interessati. I convogli della Direttrice Torino-Genova-Roma potranno subire ritardi, deviazioni di percorso e possibili cancellazioni". Lo rende noto Ferrovie dello Stato in una nota, sottolineando che "i convogli del trasporto regionale provenienti da Sud verranno attestati nella stazione di Pisa, quelli da Nord, invece, a Forte dei Marmi e i treni regionali da Est sosteranno a Lucca. Un servizio di bus sostitutivi garantira' i collegamenti tra queste tre localita' e le stazioni intermedie". "I convogli della media e lunga percorrenza, poi, -prosegue la nota di Fs- subiranno alcune modifiche di percorso. Alcuni treni diretti da Sud a Torino, arrivati a Pisa, verranno deviati a Firenze per poi proseguire verso Bologna, Piacenza, Alessandria e Torino. Altri convogli della Direttrice Tirrenica verranno attestati a La Spezia (quelli provenienti da Torino) e a Pisa (quelli da Roma) e in questo tratto di linea saranno garantiti i collegamenti con bus sostitutivi".

9.36
A causa dell'incidente, la circolazione ferroviaria sulla direttrice tirrenica è interrotta tra le stazioni di Pisa e Forte dei Marmi, con percorsi di circolazione alternativi per i treni interessati. I convogli della direttrice Torino - Genova - Roma potranno subire ritardi, deviazioni di percorso e possibili cancellazioni, avvertono le Fs. Nell'ultimo grave disastro ferroviario italiano, nel gennaio 2005 l'impatto fra due treni nel pressi di Crevalcore, vicino a Bologna, provocò la morte di 17 persone e il ferimento di diverse decine di altri.

9.32
I vigili del fuoco stanno continuando a scavare tra le macerie di una palazzina semicrollata in via Ponchielli, che sorge di fronte alla stazione ferroviaria di Viareggio, dove stanotte l'esplosione di un treno merci carico di gpl ha causato la morte di 13 persone e il ferimento di altre 36. Secondo quanto riferiscono i vigili del fuoco, almeno altre 4 persone risultano disperse. Alcuni feriti sono, inoltre, in condizioni disperate, tra cui un bambino di due anni e mezzo ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Meyer di Firenze con ustioni su gran parte del corpo.

9.24
E' in corso a Viareggio lo svuotamento delle cisterne non esplose del treno scoppiato ieri sera intorno a mezzanotte a Viareggio. Cisterne cariche di Gpl. La zona e' stata chiusa per motivi di sicurezza. Al lavoro circa 300 pompieri giunti dall'Emilia Romagna, Toscana e Liguria. Due bimbi in gravi condizioni sono stati trasferiti uno al Mayer di Firenze e l'altro al Bambin Gesu' di Roma. Le attrezzature per lo svuotamento delle cisterne, fanno sapere i vigili del fuoco, sono arrivate da Mestre, ci sono infatti altre 13 cisterne non esplose ancora piene di Gpl.

9.23
Vi sarebbero almeno quattro persone disperse tra le macerie delle abitazioni crollate in seguito all'esplosione verificatasi alla stazione di Viareggio. Lo si apprende da fonti dei Vigili del fuoco, che stanno lavorando sulle macerie di una palazzina crollata a meta' di via Ponchielli.

9.22
Una tragedia nella tragedia quella dei parenti delle 13 persone morte e delle 36 rimaste ferite a seguito dell'esplosione di un treno merci carico di Gpl, avvenuta alla stazione ferroviaria di Viareggio (Lucca). La maggior parte delle persone decedute non sono state ancora identificate. All'ospedale Versilia stanno arrivando da ore i parenti dei feriti, ma anche persone disperate che pensano che un loro congiunto possa essere tra coloro che hanno perso la vita. Essendo la maggior parte dei deceduti morti per ustione, il riconoscimento non e' sempre facile.

8.53
E' grave il bambino ricoverato al Mejer. Il piccolo, ricoverato all'ospedale pediatrico, Meyer di Firenze ha due anni e mezzo. Il piccolo, secondo quanto si apprende dall'ospedale, e' in condizioni molto gravi: ha riportato ustioni su vasta parte del corpo. Il bambino e' ricoverato in rianimazione, con prognosi riservata.

8.37
Tredici morti, e 36 feriti, di cui alcuni in gravissime condizioni. E' il bilancio, purtroppo ancora provvisorio, del disastro ferroviario che si e' verificato intorno a mezzanotte alla stazione ferroviaria di Viareggio (Lucca). Il carro cisterna con Gpl di un treno merci è deragliato esplodendo nei pressi della stazione, investendo le case vicine. Secondo le prime indagini, la tragedia sarebbe stata causata dal cedimento del carrello di uno dei primi vagoni-cisterna del convoglio 50325 Trecate-Gricignano. Le Ferrovie dello Stato escludono qualsiasi ipotesi di collisione con altri convogli.

8.35
Il comunicato FS. Informazioni aggiornate al numero verde di Trenitalia 800 892021. "In relazione all'incidente del treno merci 50325 Trecate-Gricignano, gli elementi al momento a disposizione fanno presumere che il cedimento del carrello di uno dei primi carri cisterna sia la causa piu' probabile di quanto accaduto. A causa di cio' il carro sarebbe deragliato trascinando altri 4 carri. Lo svio avrebbe provocato la fuoriuscita del gas Gpl contenuto nella cisterna che si sarebbe incendiato al di fuori di questa. Non ci sarebbe stata dunque l'esplosione del primo carro cisterna come precedentemente reso noto a causa delle prime indicazioni. Il controllo effettuato sui carri dai tecnici della verifica in partenza da Trecate non aveva evidenziato alcuna anomalia". E' quanto si legge in un comunicato di Ferrovie dello Stato, diramato questa mattina presto.

8.31
Il ministro Matteoli nomina una commissione di inchiesta. Una commissione d'inchiesta sull'incidente ferroviario accaduto a Viareggio è stata nominata dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. Lo comunica l'Ufficio Stampa del Ministero, precisando che intanto alcuni funzionari dell'Agenzia per la Sicurezza Ferroviaria si trovano già sui luoghi del disastro per le prime verifiche.

8.07
L'esplosione del gpl fuoriuscito in seguito al deragliamento, questa notte, di alcuni vagoni cisterna alla stazione ferroviaria di Viareggio ha causato il crollo di alcuni edifici. Il bilancio della tragedia e' al momento di 13 morti e di una cinquantina di feriti, molti dei quali in gravi condizioni.

7.56
Il sindaco di Viareggio, Luca Lunardini, ricostruendo la dinamica dell'incidente avvenuto stanotte nella stazione ferroviaria ha spiegato che "le esplosione sono state tre: la prima violenta. Ed altre due a brevissima distanza. Queste con ogni probabilita' sono partite dal convoglio". "Altre piccole esplosioni - ha detto ancora il sindaco - si sono poi succedute soprattutto a causa di serbatoi delle auto parcheggiate in zona".

7.25
Previsti ritardi e cancellazioni a causa dell'incidente di Viareggio la circolazione ferroviaria sulla Direttrice Tirrenica è interrotta tra le stazioni di Pisa e Forte dei Marmi. "Il Gruppo FS - si legge in una nota diffusa all'alba di oggi - ha subito adottato provvedimenti di circolazione alternativi per i treni interessati. I convogli della Direttrice Torino - Genova - Roma potranno subire ritardi, deviazioni di percorso e possibili cancellazioni. I convogli del trasporto regionale provenienti da Sud verranno attestati nella stazione di Pisa, quelli da Nord, invece, a Forte dei Marmi e i treni regionali da Est sosteranno a Lucca. Un servizio di bus sostitutivi garantira' i collegamenti tra queste tre localita' e le stazioni intermedie. I convogli della media e lunga percorrenza, poi, subiranno alcune modifiche di percorso. Alcuni treni diretti da Sud a Torino, arrivati a Pisa, verranno deviati a Firenze per poi proseguire verso Bologna, Piacenza, Alessandria e Torino. Altri convogli della Direttrice Tirrenica verranno attestati a La Spezia (quelli provenienti da Torino) e a Pisa (quelli da Roma) e in questo tratto di linea saranno garantiti i collegamenti con bus sostitutivi".

7.14 13 MORTI. RECUPERATI I CORPI DI DUE BIMBI
Sono due i corpi dei bambini recuperati tra le vittime dell'esplosione di Viareggio. Secondo quanto appreso dalla centrale operativa del 118, al momento sono stati recuperati in tutto sei corpi su un totale di 13 vittime fino ad ora individuate nella zona interessata dall'esplosione.

5.52 E' di almeno dieci morti e circa cinquanta feriti, dei quali 35 con gravissime ustioni, il bilancio provvisorio dell'esplosione avvenuta poco prima della mezzanotte presso la stazione di Viareggio. Secondo i primi accertamenti, un treno merci e' deragliato per quello che sembra un cedimento strutturale di alcuni vagoni. L'incidente ha causato l'esplosione di due cisterne di gas. Le fiamme sono arrivate fino in strada e alle palazzine circostanti. Lo scoppio e gli incendi hanno causato il crollo di diverse abitazioni. I vigili del fuoco, intervenuti con oltre 300 uomini, sono tuttora impegnati nello spegnimento delle fiamme e nella ricerca di possibili superstiti tra le macerie. Tre bambini sono stati estratti vivi.

5.10
Circolazione ferroviaria interrotta sulla Direttrice Tirrenica tra le stazioni di Pisa e Forte dei Marmi. I convogli della Direttrice Torino–Genova–Roma potranno subire ritardi, deviazioni di percorso e possibili cancellazioni. Informazioni al numero verde 800 892021

4.48
Una ragazzina con i vestiti in fiamme e un signore scaraventato in un cassonetto dallo spostamento d'aria. Sono alcune delle scene raccontate dai testimoni dell'esplosione avvenuta nella stazione di Viareggio. Alcuni abitanti della zona hanno descritto una ragazzina che, raggiunta dalle fiamme mentre era in sella al suo motorino, ha gettato a terra lo scooter cercando di liberarsi dei vestiti che le stavano andando a fuoco. Poco distante un signore, raggiunto dall'onda d'urto, e' stato scaraventato all'interno di un cassonetto e sembra che, nell'urto, abbia perso una gamba. Manuela, che abita vicino alla stazione, ha detto di avere sentito un gran botto e di avere visto tavoli e finestre tremare. "Mi sono affacciata - ha raccontato - e ho visto il cielo di colpo diventare di colore arancione, poi le fiamme e una forte esplosione".

3.59
Secondo una prima ipotesi, sembra che un convoglio, arrivato in prossimita' della stazione, sia deragliato provocando l'esplosione dei vagoni. Ci sarebbero alcuni morti carbonizzati dalle fiamme che hanno invaso la strada accanto alla stazione.

3.36 LA PRIMA TESTIMONIANZA
"Ho sentito un esplosione e sono uscito in strada insieme ad altri volontari: ci siamo trovati le fiamme di fronte a noi e, purtroppo, un corpo carbonizzato a terra. E' stata una scena terrificante". A parlare e' un volontario della Croce verde di Viareggio la cui sede e' stata travolta dalle fiamme dei due vagoni esplosi. "L'incendio - spiega il testimone - ha danneggiato alcune delle ambulanze parcheggiate nel garage, anch'esso rimasto gravemente danneggiato. Assieme ai miei colleghi ci siamo precipitati in strada per cercare di capire cosa fosse accaduto. E' stata una scena straziante che non potro' mai piu' scordare: vedere quel corpo a terra, carbonizzato, che si trovava accanto ad uno scooter. L'unica cosa che abbiamo potuto fare e' stato prendere un telo e coprirlo, impotenti per quello che stava accadendo attorno a noi". "I nostri cellulari hanno cominciato a squillare ininterrottamente - aggiunge il volontario - e con i pochi mezzi che si sono salvati dalle fiamme perche' parcheggiati in strada abbiamo effettuato i primi soccorsi a persone ustionate e ferite. Alcuni anziani hanno avuto problemi di respirazione a causa del fumo che ha invaso la zona, in cui si respirava un odore acre. Cosi' abbiamo cominciato a distribuire delle mascherine per proteggere la bocca ed evitare che respirassero il fumo".

2.53
Sono circa 300 i vigili del fuoco impegnati nei soccorsi alla stazione di Viareggio dopo l'esplosione che ha interessato un convoglio che trasportava gpl, coordinati dal Centro operativo nazionale al Viminale. Al lavoro i vigili del fuoco dalla Toscana, oltre a diverse decine di uomini provenienti da Genova, Parma e La Spezia. Stanno inoltre raggiungendo la cittadina toscana anche i nuclei Nbcr (Nucleare biologico chimico radiologico) da Liguria, Emilia Romagna e Toscana e il nucleo speciale di Venezia. Presenti anche i nuclei cinofili da Pisa Livorno e Siena, specializzati nelle ricerche sotto le macerie.

2.36
Sono sei i morti accertati nell'esplosione che si e' verificata nella stazione di Viareggio. Lo si apprende da fonti della Prefettura di Lucca e dei Vigili del fuoco. Dalle stesse fonti si apprende che sarebbero una ventina i feriti con ustioni "gravissime

1.23
Sarebbero almeno una quarantina le persone rimaste ferite in modo grave nell'esplosione che si è verificata alle 23:50 di ieri presso la stazione di Viareggio. Il numero dei morti non è ancora chiaro. Nell'incidente sarebbe anche crollata una palazzina interessata dall'esplosine

1.09
Il treno merci, composto da 14 vagoni, proveniva da La Spezia in direzione Pisa quando, superata di poco la stazione di Viareggio per essere deviato su un binario morto, e' deragliato e i due vagoni contenti gas sono esplosi investendo le case circostanti, che sono state evacuate per il pericolo di altre esplosioni, cosi' come tutta la zona attorno alla stazione, posta proprio nel centro cittadino. Sul posto stanno intervenendo vigili del fuoco e forze dell'ordine, che al momento non sono in grado di indicare il numero esatto dei morti e dei feriti.

00.50
Secondo una prima ipotesi, sembra che un convoglio, arrivato in prossimita' della stazione, sia deragliato provocando l'esplosione dei vagoni. Ci sarebbero alcuni morti carbonizzati dalle fiamme che hanno invaso la strada accanto alla stazione.

00.44 Due vagoni contenenti gas sono esplosi attorno alla mezzanotte vicino alla stazione di Viareggio. Ci sarebbero alcuni morti e numerosi feriti.


Viareggio, "ho visto cose raccapriccianti". Il racconto di un testimone

Viareggio, si scava tra le macerie

Viareggio, esplode treno in stazione. Le foto

Leggi tutto