Scuola, i dieci comandamenti del maturando

Studenti al termine della prova di italiano fuori dal liceo Visconti (Roma)
1' di lettura

Onora la commissione, non desiderare la tesina d’altri, ma anche non dimenticare di dormire e non trascurare lo svago. Su Skuola.net tutte le raccomandazioni per affrontare al meglio la prima vera prova della vita

Non desiderare la tesina di altri, onora la commissione, chi fa da sé fa per tre. Cosa sono? I dieci comandamenti del maturando. Regole o semplicemente raccomandazioni per affrontare al meglio gli esami. L’idea è del sito Skuola.net, lo stesso che stamattina ha pubblicato per primo le tracce della prova di italiano. Poco dopo lo squillare della campanella, intorno alle 10, il sito ha ricevuto via mail la scansione dei temi e li ha diffusi.

Oltre alle indiscrezioni sulle prove che attendono gli oltre 500 mila studenti, oltre agli esercizi di preparazione, la rete pullula anche di consigli su come affrontare al meglio un momento così intenso. Ed ecco che qualcuno ha pensato di raccogliere i più importanti e farne veri e propri dogmi.

“Questi sono i comandamenti che questa notte ho ricevuto in sogno, quando il Ministro dell'Istruzione mi è apparso indicandomi la via per passare l'esame di Maturità” si legge su Skuola.net.
Ed eccoli i dieci comandamenti:

1. Non crederai alle tracce dell'Australia: nessuno ha mai saputo qualcosa prima dell’apertura delle buste. Indiscrezioni dall’altro emisfero grazie al fuso, fughe di notizie dal Ministero e via dicendo sono solo leggende metropolitane.

2. Non desiderare la tesina di altri: per la tesina o il percorso, scegli un argomento originale e diverso da quello dei tuoi compagni di classe. Se qualcuno ti clona l’argomento, niente panico, basta svilupparlo toccando argomenti diversi e l’originalità della tesina resterà intatta.

3. Onora la commissione: i commissari esterni non ti conoscono, si faranno un’idea di te da come ti presenti e come ti comporti durante gli scritti. Quindi occhio al comportamento durante queste prove.

4. Cura lo “stile”: il look è un biglietto da visita, soprattutto per i commissari esterni che non ci conoscono. Non bisogna stravolgere il proprio stile, ma occorre evitare gli eccessi. Abbigliamento consigliato per i ragazzi, un jeans e una polo o una camicia non troppo sbottonata, abbinate ad un paio di sneaker. Per le ragazze, vestitini non troppo corti e non a canottiere. In alternativa possono coordinare una polo o una camicia con dei pantaloni o una gonna che arrivi almeno al ginocchio, a cui abbinare un paio di scarpe chiuse o a Chanel.

5. Pensa in positivo: se pensi al tuo esame associandogli pensieri o immagini negative, la paura crescerà fino a bloccarti. Nulla di più sbagliato: hai studiato per cinque anni, sei più che preparato per affrontare questa prova, anche se non ti sembra. Quindi credi nelle tue capacità e affronterai l’esame in maniera più distesa.

6. Saggio è... chi sa fare il saggio: per la prima prova è conveniente puntare sul saggio breve/articolo di giornale. I documenti allegati alle tracce ti suggeriscono cosa scrivere, mentre le quattro tracce proposte ti danno la possibilità di scegliere.

7. Non dimenticarti di dormire: anche se il tempo stringe, non puoi guadagnarlo evitando di dormire. Durante il sonno il nostro cervello immagazzina le informazioni ricevute durante il giorno, quindi anche se dormi… studi.

8. Non trascurare lo svago: non puoi solo studiare, il tuo cervello ha bisogno anche di distrarsi per recuperare la sua efficienza. Quindi prenditi qualche pausa durante lo studio, ad esempio dieci minuti ogni ora. Inoltre spendi almeno 3-4 ore, oltre al sonno, per rilassarti con amici, fidanzato/a o come meglio credi.

9. Chi fa da sé fa per tre: durante gli scritti, se sei in difficoltà, non pensare che i suggerimenti degli altri siano meglio delle tue conclusioni. I tuoi compagni hanno più o meno la stessa tua preparazione. Quindi ragiona sempre di testa tua prima di scrivere qualcosa.

10. Ricordati che la maturità non uccide: il numero di bocciati è sempre inferiore a qualche punto percentuale. Insomma quasi tutti, con un po’ di impegno, passano e i pochi bocciati alla peggio ripetono un anno. Quindi rilassati e goditi questa prima vera prova della tua vita.
RACCONTACI IL TUO ESAME. VAI AL FORUM

Qui il pdf con tutte le tracce integrali (fonte Ministero delll'Istruzione).


Leggi anche:

Maturità, on line i primi commenti
Maturità, anche quest'anno fallisce il toto tema
Maturità, gli studenti pronti ad affrontare la prova
Faletti: la maturità? Solo uno dei tanti esami della vita
Notte prima degli esami su Facebook
Vai allo speciale scuola e università

Leggi tutto