Notte prima degli esami su Facebook

Alcuni dei gruppi di Facebook dedicati agli esami di maturità
1' di lettura

A poche ore dalla prima prova, molti studenti si sfogano sui gruppi del social network. C'è chi scrive una canzone, chi pensa all'università e chi è ancora alle prese con la tesina da consegnare alla prova orale

di Filippo Maria Battaglia

“Domani inizia la tortura con il tema! Sto veramente male e ho paura".
Tocca a Silvia C. sintetizzare lo stato d’animo di poco meno di mezzo milione di studenti che domani inizieranno gli esami di maturità.
In molti, a poche ore dalla prima prova, trovano comunque il tempo di sfogarsi su Facebook.
“Li mortacci loro!! non li voglio fareeeeee!!!!”impreca Domenico, incalzato da Costantin che confessa di “non aver ancora finito la tesina".
Tra un riassunto e l’altro, c’è chi in preda all'ansia scrive e arrangia una canzone, dedicandola ai suoi coetanei: “Domani come sarà, chissà non posso far finta di niente, ufficialmente tra poche ore sarò diventato grande, e certi giorni non ritornano più tutti quanti me lo dicono sempre”, recita il motivetto.
Silvia ringrazia "quel fascista di Gentile che con la sua dannata riforma ha istituito l'esameee!!", mentre Marco sembra essere più ottimista: "credo proprio che andranno bene".
Qualcuno altro, invece, è certo "che l'unico modo di farla e franca e superare le prove è COPIARE!!!", aggiungendo magari "una preghierina a chi di dovere".
L'afflato religioso  non ostacola qualcuno dal prendersela "con quella str... di italiano", colpevole, a suo dire, di "avermi complicato inutilmente le cose fino a farmi rischiare di perdere un maledettissimo anno in questa scuola".  
Più di lungo respiro, i problemi di Teresa V.: “il mio incubo – confessa agli amici della rete - è anche di decidere a quale università iscrivermi dopo... io voglio anche lavorare, quindi sto pensando ad un'università telematica.. penso di iscrivermi a scienze della formazione all'unisu, ma nel frattempo muoio di paura x questa cavolo di maturità!”.
Ma nei post lasciati da molti utenti, c’è pure qualche indizio (non proprio incoraggiante) sulla preparazione dei maturandi. È il caso di Vasil, che scrive: “Quello che mi preoccupa e l'orale”, sopravvalutando forse un po’ troppo le proprie conoscenze della grammatica italiana.

FUORI CLASSE. Vai allo speciale scuola

Raccontaci il tuo esame di maturità. VAI AL FORUM

Leggi tutto