Deraglia un treno merci, Italia spaccata in due

1' di lettura

L'incidente è avvenuto all'alba tra Vaiano e Prato e ha creato grossi disagi alla circolazione anche per l'Alta Velocità: cancellazioni, rallentamenti e ritardi superiori alle 3 ore. Ripristinato un binario, i disservizi proseguiranno fino a domani

E' uno degli snodi più importanti per la circolazione ferroviaria. Oggi è praticamente bloccato e i disagi si protrarranno fino a domani. E' la Bologna-Firenze, alle 5.10 di stamattina, fra Vaiano e Prato, due carri di un treno merci finiscono fuori dai binari. Ed è il caos. Traffico interrotto da nord a sud e viceversa, treni cancellati, altri sviati, ritardi di più di tre ore. Forti i disagi, con l'italia divisa in due. I tecnici lavorano per liberare la linea con l'ausilio di un gruppo specializzato per la rimozione: sembra infatti che un vagone-cisterna trasportasse acido fluoridrico. La circolazione su un binario è stata già ripristinata. Ancora da accertare le cause. Chiarissimme, invece, le conseguenze. Il primo treno utile per raggiungere Roma è partito da Bologna alle 7.50, passando però per la Adriatica, cioè da Falconara e Orte. Tempo di percorrenza, 4 ore e mezza, 3 ore in più rispetto al tempo normalmente impiegato. Altri convogli, sono stati dirottati lungo la direttrice Tirrenica. I collegamenti diretti tra Bologna e Firenze sono stati sostituiti con autobus. Questi gli altri principali provvedimenti: per la Roma-Venezia i treni passano via Ancona e quindi non fermano a Firenze, ma fermano a Bologna; l'offerta del 'fast no-stop' Roma-Milano e viceversa è stata dimezzata del 50%. i treni Roma-Pisa-Genova percorrono la direttrice Tirrenica. Il personale di Ferrovie dello Stato si dà da fare, fornisce spiegazioni, propone alternative. Ma l'unica soluzione, per oggi, è avere tanta, tanta pazienza.

Leggi tutto