Preservativi nelle scuole, no della Chiesa

1' di lettura

I primi distributori saranno insallati da settembre negli istituti superiori romani. Divisi mondo polito e presidi, ma anche gli studenti. Critico il Vaticano, che affida la sua preoccupazione ad una nota del Vicariato

Arrivano i preservativi nelle scuole. Da settembre i primi distributori saranno insallati negli istituti superiori romani e la notizia subito accende il dibattito. L'idea promossa dalla Provincia capitolina attrae infatti consensi e critiche. Divisi mondo politico e presidi, ma anche gli studenti. Critico il Vaticano che affida la sua preoccupazione ad una nota del Vicariato di Roma. "Sorprende - commenta il cardinale Agostino Vallini - che una simile iniziativa, affidata alla scuola, possa essere considerata come meritevole di favore in nome della cosiddetta informazione e prevenzione".

Leggi tutto