Vuole un figlio dal marito in coma, no dei giudici

1' di lettura

Il tribunale di Vigevano ha respinto la richiesta di una donna ritenendo che non ci siano sufficienti elementi che dimostrino la volontà dell'uomo

Il tribunale di Vigevano ha respinto la richiesta di una donna di concepire un figlio dal marito in coma irreversibile. Per i magistrati non ci sono sufficienti elementi che dimostrino la volontà dell'uomo, un 35enne ricoverato in coma irreversibile da qualche mese per un tumore al cervello. Il padre dell' uomo tempo fa aveva chiesto di ricostruire la volonta' del figlio per ottenere in qualita' di tutore il permesso di esprimerla e quindi il consenso per l'accesso alla procreazione medicalmente assistita. Procreazione voluta dalla moglie dopo che il marito si era ammalato.

Leggi tutto