Vigevano, Antinori: "Decisione incoerente e crudele"

1' di lettura

Il presidente dell'Associazione mondiale della Medicina della riproduzione giudica così la sentenza che ha vietato l'accesso alla procreazione medicalmente assistita a una moglie che voleva un figlio dal marito in coma irreversibile

Il presidente dell'Associazione mondiale della Medicina della riproduzione, Severino Antinori, che ha seguito la famiglia negli anni in questa delicata faccenda, arriva a parlare di malafede dei giudici. "C'erano sette testiomoni, dice, che avrebbero affermato che il malato voleva un figlio prima che peggiorassero le sue condizioni, e non sono stati nemmeno ascoltati dalla corte". Antinori si è detto pronto ad andare all'estero con il seme dell'uomo e attuare le volontà della moglie senza gli "inceppi" della burocrazia italiana.

Leggi tutto
Prossimo articolo