Saras, inchiesta per omicidio plurimo colposo

1' di lettura

Dopo la morte dei tre operai nella raffineria di Sarroch, in Sardegna, la Procura per ora procede contro ignoti, ma ci sono dei dubbi sulla regolarità nei documenti che consentono i lavori di manutenzione nello stabilimento

A Sarroch, due giorni dopo la tragedia nella raffineria Saras in cui hanno perso la vita tre operai, in Procura aumentano i dubbi sulla regolarità nei documenti che di regola consentono i lavori di manutenzione nello stabilimento. Per ora si procede contro ignoti e l'accusa è di omicidio plurimo colposo. Intanto è stato prorogato lo sciopero delle ditte esterne e ieri c'è stato un incontro privato tra la famiglia Moratti e i parenti delle vittime. I funerali dei tre operai, Daniele Melis, 26 anni, Gigi Solinas, 27 anni e Bruno Muntoni, 52 anni, sposato e padre di tre figli, si terranno sabato.

Saras, un film denunciava i rischi della raffineria

Leggi tutto
Prossimo articolo