Abruzzo, ancora espropri nonostante le proteste

1' di lettura

Il capo della Protezione civile Guido Bertolaso risponde alle polemiche affermando che "non si può rendere tutti contenti" ma occorre fare il necessario per dare un'abitazione a chi ne ha bisogno

Nonostante le proteste dei proprietari, vanno avanti gli espropri dei terreni dove nasceranno i fabbricati destinati a ospitare gli sfollati del sisma. Il capo della Protezione civile Bertolaso getta acqua sul fuoco delle polemiche affermando che l'obiettivo degli aiuti non può essere quello di rendere tutti contenti ma di fare le cose in modo da dare un alloggio a chi ne ha bisogno. Intanto si attende il via libera del Senato al decreto Abruzzo che definisce le misure per la ricostruzione.

Leggi tutto
Prossimo articolo