Sparatoria nel Milanese, convalidati i tre fermi

1' di lettura

Ci sarebbero conflitti familiari dietro all'omicidio di padre e figlio, uccisi a Rho, con 13 colpi di pistola. Tra le persone fermate, anche il convivente dell'ex moglie di una delle vittime

Uccisi per vendicare le angherie alle quali la più giovane delle vittime avrebbe sottoposto l'ex moglie. Gli investigatori spiegano così il duplice delitto del 4 maggio scorso a Rho quando padre e figlio, Francesco e Umberto Catapano, vennero crivellati di colpi all'interno della propria auto a Rho, nel Milanese. Proprio Umberto sarebbe stato l'obiettivo dell'agguato e il padre sarebbe stato ucciso solo perchè si trovava in auto con lui. I tre arrestati sono tutti originari del Crotonese.

Leggi tutto