Posti riservati ai milanesi sui mezzi pubblici di Milano. L'idea è dell'onorevole Matteo Salvini della Lega Nord, secondo cui "chi prende metro, bus e tram a volte vorrebbe essere da un'altra parte vista la maleducazione, l'arroganza o la vera e propria violenza con cui ci si trova a che fare tutti i giorni a causa soprattutto di stranieri e clandestini". Salvini ha poi scritto all'Atm, la società che gestisce i trasporti a Milano, chiedendo che le prime due carrozze vangano riservate alle donne, italiane e no.