Giallo a Milano, si scava nel passato della vittima

1' di lettura

Secondo indiscrezioni ci sarebbe un identikit: a colpire la portinaia con il coltello sarebbe stato un giovane, alto, di carnagione scura ma non necessariamente straniero. Gli inquirenti pensano sia stato qualcuno che la donna conosceva

Si è avvicinato con fare sicuro, poche parole, nessuna lite, poi la coltellata. La dinamica dell'uccisione di Pasqualina Labarbuta, 37 anni, in servizio come custode temporanea di un condominio nel quartiere Bovisa, fa pensare agli inquirenti che chi l'ha accoltellata la conoscesse bene. Si scava nel passato della donna mentre emerge un identikit che non corrisponde all'ex compagno della vittima, padre dei suoi tre figli, che tra l'altro sembra avere un buon alibi.

Leggi tutto
Prossimo articolo