Tanzi, i giudici: "Animato da delirio d'onnipotenza"

1' di lettura

Rese note le motivazione della condanna per il crac Parmalat. Dure critiche ai pm

L'ex patron di Parmalat, Calisto Tanzi, era "animato da un vero e proprio delirio di onnipotenza". Lo scrivono i giudici della prima sezione penale del tribunale di Milano nelle motivazioni della sentenza, depositate oggi, con la quale hanno condannato Tanzi a 10 anni di reclusione per aggiotaggio, ostacolo all'attività degli organi di vigilanza e concorso in falso dei revisori, in relazione al crac del gruppo di Collecchio.

Leggi tutto