Abruzzo, ecco come dare il proprio aiuto

1' di lettura

Il vademecum e gli indirizzi utili per interventi concreti a favore della popolazione dell'Aquila e dei paesi limitrofi colpiti dal terremoto dello scorso 6 aprile

La macchina degli aiuti per la popolazione abruzzese colpita dal terremoto non si arresta. Da quel 6 aprile, quando la scossa di magnitudo 5,8 della scala Richter ha squarciato la terra provocando la morte di quasi 300 persone, si moltiplicano le iniziative di solidarietà da parte di moltissime associazioni.
La Protezione Civile però avverte: partire per l’Abruzzo senza appoggiarsi ad associazioni già strutturate nelle zone colpire dal sisma, potrebbe essere d’ostacolo. Si rischia, ad esempio, di far pervenire tonnellate di cibo senza avere a disposizione strumenti per la loro conservazione, creando all'organizzazione dei soccorritori ulteriori problematiche da risolvere.
Ecco dunque alcune indicazioni utili a chi vuole dare la propria disponibilità a impegnarsi come volontario, per l'accoglienza, per donazioni in denaro, offerta di cibo e viveri, vestiario, elettrodomestici e altri beni di utilità.

DIVENTARE VOLONTARI. I singoli cittadini e i gruppi che non fanno già parte di associazioni di volontariato collegate alla Protezione civile e volessero rendersi utili in prima persona direttamente in Abruzzo possono rivolgersi al responsabile Protezione civile del proprio Comune di residenza, che fornirà tutte le indicazioni utili e le associazioni da contattare.

DONAZIONI IN DENARO. La Protezione civile regionale raccomanda di effettuare le donazioni in denaro, intestate alla Regione Abruzzo, sul conto corrente postale 10 400 000 o sul conto corrente bancario con IBAN IT 69 0300 21530 0000 41 0000000 con causale “Regione Abruzzo - donazione per il sisma”.

Anche SKY si è mobilitata per dare un aiuto concreto alle vittime del sisma. Leggi come dare il tuo sostegno attraverso la raccolta fondi SKY per l'Abruzzo.

ACCOGLIENZA. I cittadini del Lazio in grado di offrire disponibilità per posti letto o abitazioni non utilizzate possono chiamare la Protezione civile regionale al numero 803 555.

CIBO E VESTIARIO. Tutte le offerte di beni alimentari e vestiti nuovi vanno portate alla Croce Rossa Italiana. Per qualsiasi ulteriore informazione si può contattare la Protezione civile regionale al numero verde 803 555. In alternativa è utile consultare il sito internet della Croce Rossa di Milano.

Leggi tutto
Prossimo articolo