Torino, rapina in casale: si fingono morti per salvarsi

1' di lettura

A Leinì un gruppo di malviventi, forse stranieri, ha massacrato di botte una famiglia nel corso di una rapina. Il più grave è il figlio 29enne di una coppia di anziani che hanno finto di avere perso la vita purché finisse il pestaggio

Rapina in una cascina alle porte di Torino. I malviventi, forse stranieri, hanno massacrato di botte una famiglia di tre persone. Il più grave è il figlio di 29 anni: ricoverato d'urgenza all'ospedale San Giovanni Bosco di Torino, è stato operato al cervello ed è in prognosi riservata. E' accaduto ieri sera, intorno alle 23, a Leinì, in frazione Fornacino. Armati di pistola, i malviventi si sono accaniti sul ragazzo e sui suoi genitori, che sono ora ricoverati all'ospedale di Chivasso. La coppia di anziani ha finto di essere morta per tentare di sfuggire all'aggressione.

Leggi tutto