Abruzzo, "servono 12 miliardi per rinascere"

1' di lettura

Il ministro dell'Interno Maroni presenta il conto per la ricostruzione, governo al lavoro sul decreto. Intanto proseguono le verifiche sugli edifici rimasti in piedi: su oltre 1.400 case ispezionate risulta agibile solo poco più della metà

"Servono dodici miliardi di euro". A presentare il conto per la ricostruzione in Abruzzo è il ministro dell'Interno, Roberto Maroni. Il governo lavora sul decreto per trovare i soldi, ma ci vorrà ancora qualche giorno per definire le misure e soprattutto far quadrare i conti. Intanto mentre la terra continua a tremare, proseguono l'attività della magistratura per accertare eventuali responsabilità e il lavoro dei tecnici nelle zone colpite dal terremoto: su oltre 1.400 case ispezionate risulta agibile solo poco più della metà.

Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Guarda tutte le immagini della vita dopo il terremoto
Leggi tutti gli aggiornamenti dall'Abruzzo

Leggi tutto