Abruzzo, "Sotto le macerie provavo tanta rabbia"

1' di lettura

SKY TG24 ha incontrato uno dei sopravvissuti del sisma che ha colpito la regione. Si chiama Cinzia e racconta: "Pensavo di morire ed ero arrabbiata, non potevo muovermi, solo togliermi le macerie dalla faccia. Se ci penso è come un film"

Ad una settimana dalla terribile scossa delle 3.32 di lunedì sono ancora decine i feriti ricoverati nelle strutture ospedaliere abruzzesi. SKY TG24 ha incontrato uno dei sopravvissuti: lei, Cinzia, si è salvata insieme al suo papà. Purtroppo la mamma però non ce l'ha fatta. "Respiravo e urlavo - racconta la sopravvissuta -. Pensavo di morire ed ero arrabbiata perché non potevo muovermi, solo togliermi le macerie dalla faccia. Se ci penso è come rivivere un film, ma non ho ancora la piena coscienza di quanto mi è accaduto. Proprio come non sono cosiente della morte di mia madre".



Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo
Guarda tutte le immagini della vita dopo il terremoto
Leggi tutti gli aggiornamenti dall'Abruzzo

Leggi tutto
Prossimo articolo