Sisma Abruzzo, usata sabbia di mare nelle costruzioni

1' di lettura

I periti stanno già analizzando le case per constatarne l'agibilità. Entro 15 giorni gli abitanti delle città terremotate conosceranno gli esiti

In Abruzzo dureranno due settimane le verifiche dei tecnici sull'agibilità degli edifici rimasti intatti dopo il sisma. Un centinaio di periti, alcuni provenienti dall'estero, sono già al lavoro per controllare a tappeto tutta la città. Alcuni tecnici hanno riscontrato l'uso di sabbia di mare nelle costruzioni. Questo sistema, molto più conveniente rispetto all'utilizzo della sabbia di cava, corrode il ferro rendendo gli edifici poco sicuri.


Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Guarda tutte le immagini della vita dopo il terremoto
Leggi tutti gli aggiornamenti dall'Abruzzo
Guarda la diretta di SKY Tg24

Leggi tutto
Prossimo articolo