Abruzzo, sulle bare le lacrime e il dolore dell'Italia

1' di lettura

"Ci inchiniamo davanti all'enigma della morte". Il segretario di Stato vaticano, Tarcisio Bertone, ha celebrato le esequie per le vittime: 205 le bare allineate. Presenti le massime cariche dello Stato. Il bilancio dei morti sale a 291

Una giornata di sole e di vento, un saluto composto: i parenti delle vittime del sisma che ha sconvolto l'Abruzzo hanno accompagnato così i solenni funerali di 205 delle 291 persone rimaste sotto le macerie. Migliaia a L'Aquila per dire addio: tra le bare allineate alcune sono bianche, coperte di peluche e giocattoli. Dolore e ancora dolore. Le lacrime rigano i volti. C'è chi non regge e viene colto da malore. Chi si aggrappa ai volontari della protezione civile cercando conforto. Rappresentanti delle istituzioni e uomini comuni, gli uni accanto agli altri: sono le lacrime di tutta L'Italia.

Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Segui SKY Tg24 in diretta live su internet

Leggi tutti gli aggiornamenti sul sisma in Abruzzo

Guarda le fotogallery

 

Leggi tutto
Prossimo articolo