Terremoto: YouTube piange Alessandra Cora

1' di lettura

Centinaia i commenti sulla pagina che la giovane cantante aveva sul più famoso videoportale. My Immortal l'ultima cover da lei cantata. E anche su Facebook gli utenti si uniscono "per Alessandra Cora e la sua famiglia"

di Chiara Ribichini

“… Now you are immortal… Now you are music… forever!” (Ora tu sei immortale, ora tu sei musica, per sempre). Così Zeta Emme ricorda Alessandra Cora, la 22enne morta per il sisma che ha colpito L'Aquila il 6 aprile, sulla pagina che la vittima aveva su YouTube. Alessandra Cora amava cantare. Era una promessa della musica pop. Le sue canzoni, per lo più cover, e la sua voce spopolavano su Internet. Da Che cosa c’è di Gino Paoli a Mercy di Duffy. E oggi, da YouTube a Facebook, è un coro unanime di dolore per la sua scomparsa.
“Fa quasi impressione che l'ultima canzone che ha caricato qui abbia proprio questo titolo ..My immortal..(canzone degli Evanescence, ndr) forse è così che la ricorderanno le persone che le hanno voluto bene..immortale..almeno nei loro cuori..ha ragione chi dice che la sua voce farà invidia a quella degli angeli..un pensiero a chi piange la sua scomparsa” scrive Stella Serena.

L’ultimo accesso di Alessandra alla sua pagina di YouTube risale a 4 giorni fa. Poche ore prima del terremoto che ha ucciso anche la mamma, un’insegnante di 55 anni originaria di Capri. Quell'isola era per la giovane cantante il luogo delle sue vacanze. Nella piazzetta di Capri Alessandra amava esibirsi. Lo aveva fatto anche lo scorso Capodanno, quando il sindaco le aveva chiesto di cantare sul palco con una band di artisti capresi.
“Ale, sono una tua omonima ma soprattutto una caprese, come te. E' così bello vedere che, grazie al Web, hai potuto donarci questo blog in cui potremo, non piangere la tua morte, ma, grazie alla tua musica e alle persone che lasceranno una testimonianza, festeggiare la tua vita!” scrive sandrafargis. La pagina di YouTube di Alessandra Cora è piena di video delle sue esibizioni e di commenti che arrivano anche da Oltreoceano. “Sono americano e non ti ho mai conosciuto, ma piango per te”, scrive StatUnitense. Sullo sfondo c’è un’immagine del tramonto. Scorrendo i commenti ai suoi video, si nota come Alessandra aveva molti fan stranieri. “Very beautiful voice” è una delle frasi più ricorrenti.

E il dolore per la scomparsa di Alessandra corre da YouTube a Facebook. Appena appresa la notizia della sua morte, sul social network è nato il gruppo Tutti uniti per Alessandra Cora e la sua famiglia. Gli iscritti sono già più di 900. Amici, parenti, colleghi, fan ma anche semplicemente utenti che vogliono lasciare un messaggio per una delle oltre 279 vittime del terremoto. “Ricordiamola e teniamoci in contatto per non sentirci soli nel momento di questa terribile tragedia. Stiamo vicini con tutto il cuore al padre Maurizio che come noi e più di noi è rimasto vittima di questa terribile e immane tragedia, una perdita che non ha una giustificazione e che niente potrà mai colmare” si legge nella descrizione del fondatore. Il numero dei post in bacheca aumenta di ora in ora, così come le foto di Alessandra, pubblicate dai suoi amici.



Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l'Abruzzo

Segui SKY Tg24 in diretta live su internet

Leggi tutti gli aggiornamenti sul sisma in Abruzzo

Guarda le fotogallery

 

Leggi tutto