Terremoto Abruzzo, a mani nude tra le macerie

1' di lettura

La battaglia dei soccorritori contro il dolore e la paura. La corsa snervante contro il tempo: gli angeli senza ali continuano a scavare per salvare altre vite umane

In moto la macchina dei soccorsi per la popolazione abruzzese colpita dal violento sisma della scorsa notte. Da nord a sud, istituzioni, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Misericordie, Pubbliche Assistenze, Volontari si sono mobilitati per far giungere sul posto cucine da campo, generi di prima necessità e per allestire strutture per ospitare sfollati e squadre in arrivo da tutta Italia. Mani che hanno scavato tra le macerie, tutta la notte, in una drammatica corsa contro il tempo per salvare vite umane: 100 le persone estratte vive, ma la speranza non muore, almeno quella: e si continua.

Partecipa alla gara di solidarietà SKY per l’Abruzzo

Leggi tutti gli aggiornamenti sul sisma in Abruzzo

Segui SKY Tg24 in diretta live su internet

Guarda le fotogallery

Leggi tutto
Prossimo articolo