Eluana, Bagnasco: diritto a morire raccapricciante

1' di lettura

Per il presidente della Cei "darsi e dare la morte in talune situazioni da definire" rappresenta "un meccanismo che in futuro potrebbe riguardare i più deboli"

Caso Englaro, interviene ancora la Cei. Con il presidente, cardinale Angelo Bagnasco, che definisce la morte di Eluana "un'operazione tesa ad affermare un diritto di libertà inedito quanto raccapricciante" e cioè "il diritto a morire", cioè a "darsi e dare la morte in talune situazioni da definire". "Un meccanismo che in futuro potrebbe riguardare i più deboli, segnati da vecchiaia o fragilità mentale"

Leggi tutto
Prossimo articolo